Unicorn hair, a chi sta bene e come farlo in casa | Notizie.it
Unicorn hair, a chi sta bene e come farlo in casa
Lifestyle

Unicorn hair, a chi sta bene e come farlo in casa

Unicorn hair
Unicorn hair

La Unicorn hair è sono sfumature violacee e tonalità fredde, si usano per le chiome dei pony, dall’effetto fiabesco

Gli unicorn hair sono quella nuova moda che si è sparsa tra le adolescenti, ma non sono le uniche a portarli. Consiste nel dipingere i capelli multicolore rimanendo sulle tinte del morato. Le donne di tutte le età ne sono rimaste affascinate e, quindi, possiamo vedere ogni giorno qualcuno che porta i capelli con questo particolare colore. Una tinta da leggenda, così come la derivazione della sua denominazione, infatti essa deriva dall’unicorno. La creatura mitologica che ispira la sfumatura di colori utilizzata per effettuare la tinta.

Unicorn hair

Gli unicorn hair erano possibili da portare solo a chi fosse bionda, il capello chiaro fa prendere e vedere il colore. Per chi avesse avuto i capelli più scuri, avrebbe dovuto decolorarli e poi tingerli. In effetti non si vedrebbero bene le sfumature del moro e del lilla sui capelli scuri. Una tinta che esprime un arcobaleno di colori freddi, surreali e fiabeschi che ricordano le capigliature dei mini pony.

Una colorazione naturale bionda regala sfumature perfette, una scura un pò meno, ma grazie alla casa cosmetica Lime Crime è possibile farlo facilmente anche per le more senza dover prima decolorare. Come è possibile? Per le 27 possibili tonalità tra cui si può optare per la scelta, così da poterle adattare ai capelli senza dover essere eccessivamente aggressivi. Le ultime tonalità aggiunte per i capelli scuri sono colori più profondi e meno leggeri del rosa, dorato o del ciclamino.

Farlo in casa in autonomia

Si può farlo in casa, chiaramente comprando la colorazione e seguendo le indicazioni perché vengano delle sfumature perfette. Si mischiano le varie tonalità, ora 27 prima erano 13, per avere tutte le sfumature dello unicorn effect. Colori pastello che potrebbero piacere alle bambine, ma che sono utilizzatissime a tutte le età come si diceva. Per questo molte case cosmetiche hanno creato questa colorazione, che inoltre non è permanente. L’aggressività di questa colorazione era data dalla decolorazione per chi ne avesse avuto bisogno alla fine della giusta riuscita, cosa che non è più necessaria.

Al fine di venire fuori un bel risultato bisogna seguire degli step, il primo prevede di assicurarsi della salute dei propri capelli. Per avere un bel risultato, infatti, c’è bisogno che i capelli siano sani e che non siano tendenti a rovinarsi con facilità. Poi bisogna avere un’idea ben precisa su sfumature e profondità dei colori, su come ci si immagina il risultato finito. La durata del trattamento va dalle 3 ore in su, e bisogna mantenerlo, poi, perché non è permanente. Infatti scoloriscono all’incirca dopo 5 lavaggi. Per farlo in autonomia bisogna essere molto meticolosi perché ogni errore è difficile da riparare, soprattutto se si tratta di recuperare la ricrescita. Inoltre bisogna mantenere i capelli idratati e sani o l’effetto è più soggetto a rovinarsi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche