Unicorno del mare o narvalo, che animale è?
Unicorno del mare o narvalo, che animale è?
Animali

Unicorno del mare o narvalo, che animale è?

Unicorni di mare

Il dente che fuoriesce dalla loro mascella li fa sembrare a tutti gli effetti degli unicorni. Ecco qualche informazione sui narvali.

Ci sono animali dall’aspetto quasi mitologico, di cui conosciamo l’esistenza ma dei quali abbiamo ancora poche testimonianze. Tra questi possiamo senz’altro annoverare i cosiddetti “unicorni di mare“, o narvali. Il narvalo è un cetaceo che vive prevalentemente nel Mare Artico intorno al Polo settentrionale, soprannominato unicorno per via del dente sporgente che ha sul davanti, simile a un corno. Sono creature difficili da fotografare e, per questo, ancora parecchio misteriose. La loro forma e questa somiglianza con le creature mitologiche ne hanno enfatizzato l’aura magica, tanto che sono moltissimi gli scienziati impegnati a scoprire qualcosa di più su questi animali. Proviamo a scoprire, anche noi, qualcosa in più su questi cetacei.

Gli unicorni di mare

Come abbiamo visto, i narvali vivono per lo più nelle profondità marine del Mare Artico. È questa inaccessibilità dell’ambiente ad aver fomentato la miticità di questi animali. Il fatto che siano difficili da fotografare e da osservare non ha certo aiutato gli scienziati a farsi un’idea più precisa del loro stile di vita.

Per esempio, non è ancora chiaro quale sia lo scopo del dente che li ha resi figure iconiche. Pare che non serva a procacciarsi cibo. La lunghezza, che arriva a raggiungere anche i tre metri, non permette, infatti, ai narvali di raggiungere i piccoli pesciolini che verrebbero infilzati dall’arma. Si ipotizza, dunque, che il dente possa esser uno strumento di difesa, di corteggiamento o un organo per la respirazione. Ultimamente, però, si sta affermando l’idea che “l’unicorno” sia in realtà uno strumento utile nella caccia del cibo. Servirebbe, secondo un’immagine recente, a stordire le prede. Solitamente, questa lunghissima zanna è presente solo negli adulti di sesso maschile.

Le abitudini

Gli unicorni di mare sono animali che vivono per lo più in gruppo. Si cibano in genere di piccoli pesci, molluschi e crostacei che ingeriscono senza masticare perché sprovvisti di denti. Nell’habitat in cui vivono sono preda di orche e orse polari.

Inoltre, la loro carne è preziosissima per gli Eschimesi che vivono in ambienti così duri. Per questo, vengono cacciati con reti ed esche e mangiati anche crudi. Altrettanto ricercata è la loro zanna, che veniva commercializzata già in tempi antichi.

Le criticità dell’ambiente

Visto che gli unicorni di mare amano le acque gelide del Mare Artico, la loro sopravvivenza è messa a dura prova. In questi ultimi tempi di surriscaldamento globale, anche le acque del Nord vedono le loro temperature alzarsi di qualche grado. A pagare questo scotto sono gli animali che vivono in questi ambienti, tra i quali, ovviamente, i narvali. Non solo i cambiamenti di temperatura, però. Anche l’inquinamento acustico sembra provocare danni ai cetacei. Il bombardamento di suoni anche nei mari del Nord, infatti, provoca un senso di smarrimento e confusione negli unicorni di mare, che fanno fatica a restare appresso al loro gruppo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche