×

Università: Milano-Bicocca, 4 laureati su 5 trovano lavoro entro un anno (5)

default featured image 3 1200x900 768x576

(Adnkronos) – Il 47,9 per cento dei dottori di ricerca svolge la professione di ricercatore e tecnico laureato nell’università, la parte rimanente è impiegata in altre professioni scientifiche e tecniche di alta specializzazione. Per quanto riguarda le retribuzioni, il valore medio è di 1.674 euro netti, con una marcata differenza di genere; gli uomini si attestano su un valore di 1.748 euro mentre le donne arrivano mediamente solo a 1.593 euro.

Da ultimo circa il 70 per cento dei dottori di ricerca ritiene molto efficace o efficace il titolo acquisito per il proprio lavoro.

''Nonostante la pandemia, la nostra università ha retto il colpo per quanto riguarda l’inserimento nel mercato del lavoro dei nostri laureati e dei nostri dottori di ricerca. Mi ha fatto molto piacere anche l’alto tasso di gradimento dichiarato dagli intervistati nei confronti dell’ateneo e del percorso di studi intrapreso e coronato dal raggiungimento del titolo di laurea.

Questi dati sono uno stimolo in più per continuare sulla nostra strada, investendo sulla qualità dell’offerta didattica e dei servizi di orientamento e placement'', afferma Giovanna Iannantuoni, rettrice dell’Università di Milano-Bicocca.

''I dati del rapporto 2021 di Alma Laurea relativi all’Università di Milano-Bicocca sono confortanti per i laureati triennali, magistrali e soprattutto per i dottori di ricerca. I tassi di occupazione e di disoccupazione sono in generale buoni pur mostrando i primi contraccolpi negativi della pandemia di Covid 19 sull’ingresso nel mercato del lavoro dei giovani laureati.

I nostri laureati riscontrano una buona corrispondenza tra conoscenze acquisite negli studi e quelle richieste dalle aziende e sono soddisfatti del percorso fatto nel nostro ateneo. Certo possiamo notare che i livelli retributivi non premiano adeguatamente le loro professionalità soprattutto se confrontati con quelli dei loro colleghi di altre nazioni europee'', afferma Mario Mezzanzanica, prorettore per l’Alta formazione e il job placement dell’ateneo milanese.

''La crescita occupazionale dei dottori di ricerca di Milano-Bicocca che emerge dal rapporto 2021 di Alma Laurea rivela l’efficacia dei nostri progetti formativi mirati a sviluppare una identità professionale di alto livello per attività lavorative sia in accademia che nelle imprese.

I dati fotografano anche la disparità retributiva di genere sostanziale e statisticamente significativa dei dottori di ricerca'', dichiara Maria Luce Frezzotti, presidente della Scuola di Dottorato dell’Università Milano-Bicocca.

Contents.media
Ultima ora