> > Università: procura Milano chiude indagini per 25 indagati, tra loro M...

Università: procura Milano chiude indagini per 25 indagati, tra loro Massimo Galli (2)

default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) - La chiusura indagine, firmata dall'aggiunto di Milano Maurizio Romanelli e dai pm Carlo Scalas e Bianca Eugenia Baj Macario, era esplosa il 5 ottobre 2021 quando i carabinieri del Nas di Milano effettuarono perquisizioni e acquisizioni di documenti nei confronti di 33 persone, tra...

(Adnkronos) – La chiusura indagine, firmata dall'aggiunto di Milano Maurizio Romanelli e dai pm Carlo Scalas e Bianca Eugenia Baj Macario, era esplosa il 5 ottobre 2021 quando i carabinieri del Nas di Milano effettuarono perquisizioni e acquisizioni di documenti nei confronti di 33 persone, tra cui 24 docenti delle università del capoluogo lombardo, Pavia, Torino, Roma e Palermo su presunte irregolarità nella gestione delle iscrizioni a numero chiuso delle facoltà di medicina e assunzione di docenti e anche di assistenti e dirigenti ospedalieri.

Tra le accuse ipotizzate, associazione per delinquere, corruzione e abuso di ufficio. Tra gli indagati – per i quali c'è l'avviso di chiusura indagine – compare anche l'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, accusato – a inizio indagine – di aver pilotato insieme ad altri colleghi quattro dei tredici bandi sotto la lente degli investigatori.

Secondo l'impianto della procura, sono emerse, a carico degli indagati, "collusioni e altri metodi di turbativa che hanno inquinato sistematicamente la regolarità delle procedure di selezione, sostituendo logiche clientelari al metodo meritocratico e al principio di imparzialità che dovrebbe orientare la pubblica amministrazione".

In alcuni casi, ad esempio, "vi è la nomina di colleghi compiacenti e consapevoli ex ante di dover favorire un determinato candidato", in altri casi "i criteri di valutazione sono ritagliati sul profilo del soggetto che si intende beneficiare".