×

Uomo scomparso mentre cercava asparagi: trovato morto a Giavera del Montello

Uomo scomparso mentre cercava asparagi: trovato morto a Giavera del Montello. Antonio Bassan si era allontanato il pomeriggio prima e non era più tornato

Vigili del Fuoco in azione

Uomo scomparso mentre cercava asparagi: trovato morto a Giavera del Montello dopo affannose ricerche. Ricerche che sono culminate nel tragico epilogo rappresentato dal ritrovamento del corpo esanime di Antonio Bassan, un 85enne di Giavera del Montello, in provincia di Treviso.

Purtroppo escursioni montane e scampagnate sono spesso  innesco di tragedie. Secondo quanto riportano i media locali l’uomo si era allontanato da casa con l’intenzione di fare una battuta per asparagi selvatici, i prelibati “rustegot”, nel pomeriggio di ieri, mercoledì 14 aprile 2021. 

Scomparso mentre cercava asparagi: il ritardo

A sera però Antonio non aveva ancora fatto ritorno a casa e i suoi cari, già preoccupati per la lunga assenza, avevano messo in moto la macchina di soccorsi e ricerche attive.

Per raggiungere le zone dove raccogliere asparati l’85enne si era allontanato con la sua Fiat 600. Dopo che alle 19.30 la figlia aveva allertato i Carabinieri erano scattate le prime ricerche, e proprio la vettura dello scomparso era stata ritrovata per prima. Questo ha spinto le squadre a continuare le ricerche, ricerche effettuate per pezzo del personale T.A.S. (topografia applicata al soccorso). 

Le ricerche e il triste epilogo

Il team si è attivato con una unità di comando locale e con tutti gli strumenti utili per setacciare zone impervie, anche cartografico e di rilevazione GPS. Le ricerche delle squadre de comune di Giavera sono proseguite fino a notte fonda. I team sono stati affiancati dalle squadre dei Vigili del Fuoco di Montebelluna. In mattinata, poco dopo le 7.00,  il triste epilogo con il ritrovamento ad opera degli uomini del 115 del cadavere. Sul posto anche i Carabinieri e personale della protezione civile, entrambe di Giavera del Montello. Bisognerà capire se la morte dell’uomo è stata determinata da una caduta o da un malore. Allo scopo saranno utili gli evebtuali accertamenti medico legali che però sono ad esclusiva discrezione procedurale della magistratura competente.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora