#UPPY, la startup genovese a misura degli universitari
#Uppy, la startup genovese a misura degli universitari
Genova

#Uppy, la startup genovese a misura degli universitari

Siete matricole o studenti universitari genovesi? Siete sicuri di sapere proprio tutto sui servizi che avete a disposizione? Probabilmente no. Ecco perchè abbiamo intervistato Enzo Lerose, il cofondatore di una neo startup ligure che potrebbe interessarvi.

Che cos’è Uppy?
Uppy è una web community che si propone di offrire un servizio gratuito di stampe e fotocopie ai propri utenti, dando loro la possibilità di condividere slides e appunti sulla nostra biblioteca online dalla quale potranno mandare i propri ordini direttamente in stampa ai centri con noi convenzionati, che sono 4 per ora su Genova e presto 1 anche a Savona. Semplicemente sul retro di ogni singolo foglio compaiono le inserzioni pubblicitarie dei nostri clienti, i quali – potendo contare sulla veicolazione del proprio messaggio verso un range di età compreso tra i 18 e i 30 anni – hanno accolto fin qui positivamente la nostra iniziativa.

Com’è nata l’idea?
L’idea è nata da uno dei nostri soci che una bella sera d’estate ci ha parlato di come sarebbe stato “figo” per gli studenti potere stampare e fotocopiare senza pagare nulla grazie alla pubblicità.

Dà lì abbiamo iniziato a fantasticare su un’app dalla quale gestire file e stampe in completa mobilità e autonomia e a ragionare su un business model che potesse tendere tutto questo possibile.

Avete quindi degli sponsor?
Sì, al momento – essendo operativi solo su Genova – abbiamo comunque raccolto importanti adesioni da Brand locali (una dozzina complessivamente tra cui CUS, Raffo, AIESEC, Olmeda, …) e nazionali come Uber e DAB. Offriamo loro un canale di comunicazione unico e a 360° per il mondo dei giovani. Le parole chiave sono “targetizzazione”, “destinazione del messaggio” e efficacia.

Quali sono i vostri progetti futuri?
Abbiamo appena ultimato il progetto di sviluppo di un software che consenta ulteriori assolute novità sia per gli studenti che per gli Sponsor che potranno gestire in totale autonomia qualsiasi campagna di comunicazione e pubblicitaria, ma non possiamo dire altro al momento, se non che appena troveremo le risorse – abbiamo varie opzioni da definire – ne completeremo l’attuazione grazie al nostro team di sviluppo e lo faremo diventare realtà.

Altrettanto fondamentale è l’approdo nelle maggiori città italiane a cui stiamo lavorando ormai da mesi per arrivare in ognuna di esse con un team ben preparato e definito di ragazzi determinati e pronti a investire sul loro futuro, esattamente come noi.

Esistono anche degli eventi targati #Uppy?
Siamo sempre attivi per quanto riguarda gli eventi, in quanto riteniamo sia fondamentale farci conoscere dai ragazzi e il modo migliore per farlo è andare “tra di loro” e “con loro” a eventi di ogni genere – abbiamo organizzato e partecipato a conferenze e eventi di divertimento come aperitivi e serate. Settimana prossima inaugureremo anche un nuovo format con Sponsor di assoluto rilievo quali Martini, Bacardi e Bombei con l’obiettivo di potenziare il Brand anche in riferimento al mondo del divertimento, che sappiamo avere una rilevanza cruciale per i giovani.

Si può collaborare con voi?
Certamente! Siamo sempre alla ricerca di Brand Ambassdor, una figura che si posiziona tra il promoter e il PR, un nuovo strumento dell’advertising che con le nuove tecnologie sta pian piano espandendosi fino a diventare una posizione vera e propria.

Per questo motivo abbiamo deciso di introdurne il ruolo in Uppy. E, visti gli imminenti sviluppi sulle altre piazze italiane, stiamo anche cercando, come accennavo prima, ragazzi determinati e con grande voglia di investire su sé stessi e sul loro futuro, esattamente come noi, andando ad assumere ruoli comunque di responsabilità in ambito commerciale e di marketing.

Che siate semplici studenti o persone con voglia di mettervi in gioco, entrate dunque a far parte anche voi della community!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*