×

Usa, bambina uccisa in autostrada da un sasso

Usa, bambina uccisa in autostrada da un sasso: Kambrie Horsley stava viaggiando assieme a suo padre Brad quando il "proiettile" le ha sfondato il cranio

Brad Horsley con sua figlia Kambrie

Tragedia negli Usa, dove nello stato dell’Idaho una bambina di soli 10 anni è stata uccisa in autostrada da un sasso schizzato dopo l’urto di un camion. La grossa pietra ha sfondato il parabrezza ed ha colpito al capo Kambrie Horsley, che stava viaggiando assieme a suo padre Brad lungo l’autostrada all’altezza di Malad City.

Purtroppo quel proiettile ha fatto danni talmente gravi al capo della bambina che per lei non c’è stato più nulla da fare. Secondo una ricostruzione ad opera della polizia che è intervenuta a fare indagini su quella orribile tragedia il sasso in questione sarebbe stato “spizzato” e movimentato con spaventosa forza all’indietro da un autocarro che transitava lungo la stessa strada su cui viaggiava l’auto con Kambri e suo padre a bordo.

In un primo momento si era pensato al gesto di un folle con il lancio da un cavalcavia o dal bordo della carreggiata, ma le cose erano andate se possibile ancora peggio.

Una bambina è stata uccisa in autostrada da un sasso: un proiettile di 10 centimetri

La grossa pietra, delle dimensioni di circa 10 centimetri, era il più pericoloso dei proiettili, perché? Perché, si è appurato, era abbastanza leggera da lasciarsi imprimere carica cinetica dal grip delle ruote del camion ed abbastanza pesante da diventare un vero proiettile una volta acquistata velocità nell’aria, arrivando a bucare il parabrezza dell’auto con la vittima a bordo come se niente fosse.

Suo padre ha effettuato un corsa folle verso il più vicino ospedale, ma purtroppo per Kambrie non cera più nulla da fare. Sulle autostrade del mondo non è raro che oggetti vengano lanciati contro le vetture, un vero crimine abietto, ma stavolta la sorte ha giocato uno scherzo orrendo alla famiglia dell’Idaho.

Bambina di 10 anni uccisa in autostrada da un sasso: il dolore della famiglia

E la parole che gli affetti della piccola hanno voluto affidare ai social dopo la tragedia danno la cifra esatta del dolore e dello sconcerto per una morte così assurda: “Le parole non possono descrivere lo shock e la tristezza che proviamo tutti”, questo ha scritto la famiglia di Kambrie.

E ancora: “Ci mancherà terribilmente, ma troviamo pace sapendo che è con Gesù in cielo”. E la polizia locale, che si era immediatamente messa sulle tracce dell’autocarro che aveva funto da “innesco” alla tragedia, ha riferito che conducente del semirimorchio non si era accorto di nulla.

Il conducente del tir non sapeva nulla della bambina uccisa in autostrada da un sasso

L’uomo non era minimamente a conoscenza del tragico incidente che la marcia del suo camion aveva cagionato, non fino a quando non è stato rintracciato dagli agenti della contea di Oneida. Il funerale di Kambrie, che aveva 5 fratelli, è fissato per oggi, sabato 31 luglio. E la tragedia della piccola Kambrie ha commosso praticamente tutti gli Stati Uniti d’America, tanto che i social sono stati letteralmente sommersi da messaggi di cordoglio per la famiglia e di addio alla piccola morta troppo presto e troppo male.

Contents.media
Ultima ora