×

USA, Donald si tuffa nel fiume ghiacciato per salvare un cane non suo

Donald Chatten si è reso protagonista di un atto eroico, salvando un cane che rischiava di annegare in un fiume ghiacciato.

progetto senza titolo 768x512

Un uomo si è reso protagonista di un atto eroico salvando un cane non suo che stava per annegare all’interno di un corso d’acqua ghiacciato.

Un cane disperso

Durante l’inverno di due anni fa Donald Chatten stava passeggiando tranquillamente in compagnia dei suoi due cani nello splendido Ellicott Island Bark Park, nella città di Buffalo, New York.

In questo gelido clima la quiete di Donald venne interrotta da un uomo disperato che gli chiese se avesse per caso visto un Terrier nero nel parco. L’amore per i cuccioli a quattro zampe prevalse immediatamente, così che Donald si mise alla ricerca del cane insieme al suo padrone.

Al suo interno scorre un piccolo affluente del Niagara, il Tonawanda Creek, che con le bassissime temperature invernali tende a ghiacciare.

Mentre oltrepassavano un ponte notarono che Jackson – l’esemplare di Terrier – si trovava proprio nel bel mezzo del fiume, intrappolato tra le lastre di ghiaccio.

Il gesto eroico

La situazione apparve subito critica agli occhi di Donald, che sorprese tutti i presenti con il suo gesto. Le tempistiche di attesa per i soccorsi erano infatti troppo lunghe, tanto che probabilmente il povero Jackson non avrebbe resistito fino al loro arrivo.

Il 50enne di Buffalo decise così di tentare con un atto estremo: affidò Duke e Milo – i suoi due cani – ai passanti, insieme agli effetti personali, e si gettò nel fiume. Si fece largo nuotando e rompendo il ghiaccio, fino ad arrivare da Jackson e portarlo in salvo.

Il riconoscimento per il coraggio

Oltre all’eterna gratitudine del padrone, Donald fu rintracciato e premiato anche dall’American Red Cross di Buffalo per il suo eroico gesto e per l’enorme coraggio dimostrato.

Contents.media
Ultima ora