×

USA, la storia della piccola Luna Fenner: la bambina nata con la “maschera di Batman”

La piccola Luna Fenner è nata con una voglia sul viso paragonata alla “maschera di Batman”: la storia della bimba è stata raccontata dalla sua mamma.

Maschera Batman

Negli Stati Uniti d’America, la piccola Luna Fenner è venuta al mondo esibendo un tratto estremamente caratteristico. La bambina, infatti, sin dalla nascita presenta un’ampia e scura voglia sul volto che è stata soprannominata “la maschera di Batman”.

La storia della piccola Luna Fenner: la bimba nata con la “maschera di Batman”

Il dolcissimo viso della piccola Luna Fenner si contraddistingue per la grande voglia scura che ricopre buona parte della pelle, a eccezione del mento e delle labbra.

La voglia, per la sua particolare e suggestiva conformazione, è stata paragonata alla maschera indossata dal supereroe senza poteri Batman, alter ego del miliardario Bruce Wayne. In realtà, in ambito medico, la voglia è nota come nevo congenito gigante melanocitario (GCMN) ossia una malformazione cutanea congenita che si sviluppa in seguito a cambiamenti genetici sopraggiunti in fase di gestazione.

Il suo aspetto ha sorpreso e, inizialmente, preoccupato non soltanto i genitori della bimba ma anche il personale medico e infermieristico che non aveva mai assistito a un caso analogo prima della nascita di Luna. Fortunatamente, le scansioni MRI hanno rivelato che il GCMN non possiede una natura cancerosa.

Sulla base delle informazioni fornite dai medici, inoltre, è presumibile che le dimensioni della voglia aumenteranno in modo proporzionale rispetto alla crescita della bambina.

La storia della piccola Luna Fenner: il racconto della madre Carol

Nel corso di un’intervista rilasciata al Daily Mail, la mamma della piccola Luna, Carol Fenneer, ha rivelato: “È impossibile sapere prima della nascita dei bambini se avranno o meno questo tipo di marchio. Abbiamo fatto un’ecografia 4D che ha mostrato che aveva un sacco di capelli, ma niente che indicasse che aveva una voglia – e ha ricordato – quando Luna è nata, nessuno nella stanza sapeva quali fossero le sue reali condizioni”.

In seguito alle dimissioni dall’ospedale, i genitori della bimba hanno deciso di avviare una campagna di sensibilizzazione e di aumentare la consapevolezza sulle voglie creando una pagina su Instagram dedicata alla piccola Luna. Sulla pagina, infatti, sono state pubblicate foto che ritraggono la neonata nella sua vita quotidiana.

La vicenda della bambina ha riscosso un notevole successo online conquistando decine di followers che la hanno soprannominata “piccola farfalla” e hanno anche sottolineato la somiglianza della voglia con la maschera di Batman. Proprio per questo, a soli quattro mesi dalla nascita di Luna, i suoi genitori hanno organizzato una singolare festa in suo onore esclusivamente a tema Batman, trasformando la figlia in una fantastica supereroina.

La storia della piccola Luna Fenner: il timore della discriminazione e l’intervento

Nonostante l’impegno per dimostrare alla figlia che la sua “particolarità” non la rende diversa dagli altri, i genitori di Luna Fenner sono preoccupati che, crescendo, la bambina possa essere vittima di bullismo e discriminazione. Del resto, come ha confidato Carola Fenner al Daily Mail, si sono già verificati alcuni episodi che hanno visto estranei accanirsi contro la piccola e schernirla per il suo aspetto.

A questo proposito, la madre di Luna ha asserito: “Non voglio che si faccia intimidire, la gente chiede se è contagiosa e dice cose davvero cattive. Una volta eravamo in chiesa e una ragazza seduta accanto a noi ha detto a sua madre: ‘Wow, guardala. Che mostro’. È stato orribile”.

I genitori della bimba, inoltre, si sono dimostrati fermamente convinti nel voler rimuovere la voglia e, pertanto, hanno contattato un medico specializzato in simili operazioni, residente in Russia. La procedura alla quale deve essere sottoposta la neonata, conosciuta come terapia fotodinamica, infatti, non è attualmente praticata negli Stati Uniti.

Per procedere con il ciclo di operazioni che rimuoverà gradualmente la voglia dal viso di Luna in un arco temporale di circa un anno e mezzo, il papà e la mamma della neonata hanno aperto una pagina di crowdfunding per raccogliere i fondi necessari a organizzare i viaggi e gli interventi che potrebbero drasticamente rivoluzionare il suo futuro.

Contents.media
Ultima ora