×

Usa, poliziotto uccide 12enne disarmato sparandogli alla schiena

Esaul Mendoza, poliziotto di 26 anni, è accusato di aver ucciso Thomas Siderio, un ragazzino di 12 anni. Gli ha sparato alla schiena.

Esaul Mendoza

Esaul Mendoza, poliziotto di 26 anni, ha sparato alla schiena ad un adolescente di 12 anni, Thomas Siderio. L’agente è stato licenziato e arrestato con l’accusa di omicidio.

Usa, poliziotto uccide 12enne disarmato sparandogli alla schiena

Ancora un episodio di eccessiva violenza da parte della polizia americana. Questa volta è accaduto a Filadelfia. L’agente Esaul Mendoza, di 26 anni, deve rispondere dell’accusa di omicidio per aver sparato alla schiena a Thomas Siderio, un 12enne che aveva aperto il fuoco contro la sua auto e poi era scappato. Il poliziotto è stato licenziato ad aprile e due giorni fa, dopo approfondite indagini, i suoi ex colleghi lo hanno arrestato.

Esaul Mendoza, che era senza divisa al momento del conflitto, stava svolgendo un’operazione di sorveglianza con altri tre agenti in auto a Filadelfia. Hanno visto Siderio insieme ad un 17enne e hanno deciso di fare il giro dell’isolato per controllare, visto che in città i crimini sono sempre più diffusi.

12enne ucciso mentre stava scappando

Gli agenti hanno puntato i fari sui ragazzi, così il 12enne ha preso una pistola e ha sparato contro la volante, secondo la ricostruzione del giudice.

Esaul Mendoza ha risposto sparando tre volte contro il ragazzo, mentre stava scappando. Anche un altro agente ha aperto il fuoco. Secondo il procuratore Larry Krasner, che ha visto i video delle telecamere di sicurezza, il ragazzino aveva già gettato l’arma ed era faccia a terra sul marciapiede. Non era più un pericolo per i poliziotti, che avrebbero potuto ammanettarlo e portarlo in commissariato. Secondo quanto accertato, quando Esaul Mendoza ha sparato il terzo colpo, sapeva che Thomas era disarmato.

Nonostante questo ha deciso di colpirlo alla schiena.

Contents.media
Ultima ora