> > Usa, professoressa pubblica video hot su OnlyFans: gli studenti la scoprono e...

Usa, professoressa pubblica video hot su OnlyFans: gli studenti la scoprono e viene licenziata

professoressa video hot onlyfans

Samantha Peer, una professoressa di scuola media, è stata licenziata per aver pubblicato video hot sulla piattaforma di contenuti espliciti OnlyFans.

Negli Stati Uniti, una professoressa di scuola media è stata licenziata per aver pubblicato video hot sulla piattaforma per adulti OnlyFans.

Usa, professoressa pubblica video hot su OnlyFans

La protagonista della scabrosa vicenda che si è conclusa con un licenziamento è Samantha Peer. La donna era una professoressa di scuola media che, però, ha deciso di arrotondare lo stipendio pubblicando video porno sulla piattaforma OnlyFans con lo pseudonimo di Khloe Karter. Nel momento in cui il suo secondo lavoro è stato scoperto, l’insegnante è stata costretta a lasciare la Thunderbolt Middle School di Lake Havasu City, in Arizona, negli Stati Uniti d’America.

La stessa sorte di Samantha è toccata anche al marito Dillon Peer, a sua volta insegnante ma delle scuole elementari, che appare in svariati video hot insieme alla moglie.

La carriera scolastica della professoressa si è interrotta lo scorso 31 ottobre, giorno in cui è stata licenziata. Sulla base delle informazioni sinora diffuse, gli studenti della donna hanno visto i suoi video su OnlyFans e li hanno fatti circolare a scuola, gettando l’istituto nel più totale imbarazzo.

Per questo motivo, si è deciso di interrompere ogni rapporto professionale con la Peer.

Gli studenti la scoprono e viene licenziata

Poco dopo il licenziamento, la vicenda è stata raccontata dai media locali diffondendosi poi a macchia d’olio nel mondo intero. Per questo motivo, Samantha Peer ha deciso di pubblicare un video online per raccontare la sua versione dei fatti. “Negli anni da insegnante ho sempre avuto bisogno di un lavoro extra – ha raccontato –.

Siamo arrivati a un punto in cui i nostri due stipendi non sarebbero bastati per sopravvivere”, ha detto l’ex insegnante.

La donna, che è anche madre di due bambini, ha tuonato: “Ho dedicato tante ore di lavoro extra alla scuola, ma il mio stipendio non è mai aumentato. Per evitare di venire scoperta ho bloccato i miei contenuti in tutta l’Arizona e ho scelto un nome diverso”.

L’accortezza della professoressa, tuttavia, non è stata sufficiente e a incriminarla, infine, è stato un video hard girato presso l’istituto.

“Ho girato un video a scuola, ma tutto il resto delle riprese fatte con mio marito erano extra scolastiche”, ha ammesso.

Oltre a essere licenziata, Peer ha anche dovuto fare i conti con la piattaforma per adulti che ha deciso di bloccare il suo profilo OnlyFans poiché “segnalato troppe volte”, come rivelato dalla diretta interessata. Dopo essere stata buttata fuori dalla scuola, gli introiti provenienti dalla piattaforma di contenuti espliciti si rivela l’unica fonte di reddito per la donna che ha ammesso: “Spero venga riattivato presto”.