Usa, sparatoria in un liceo: agente sventa la strage
Usa, sparatoria in un liceo: agente sventa la strage
Esteri

Usa, sparatoria in un liceo: agente sventa la strage

sparatoria

In Illinois (Usa), uno studente ha provocato una sparatoria in un liceo di Dixon. Un agente della polizia lo ha fermato e arrestato.

Nei pressi di Chicago, nell’Illinois (Stati Uniti), uno studente ha sparato in un campus, la Dixon High School, provocando il caos. La strage è stata sventata da un agente che ha colpito il folle e lo ha arrestato. La sparatoria non ha causato vittime, ma il colpevole è stato portato all’ospedale per avere subito lievi ferite. Il terribile fatto riportato costituisce il 18esimo caso di attentato nelle scuole statunitensi dall’inizio del 2018.

Illinois, sparatoria in un liceo

Il 17 maggio 2018, uno studente di un liceo a 16o chilometri da Chicago, nell’Illinois, si è introdotto nel campus dando inizio a una sparatoria. Il fatto è avvenuto alla Dixon High School durante le prove della cerimonia di consegna dei diplomi. L’attentatore, di nome Matthew A. Milby, 19 anni, ha generato il panico tra gli alunni e gli insegnanti all’interno dell’istituto. La polizia di Dixon è intervenuta non appena ha ricevuto l’allarme dagli stessi studenti, irrompendo nella scuola per fermare il folle.

Un agente, Mark Dallas, è riuscito a colpirlo e lo ha arrestato.

La sparatoria non ha provocato né vittime né feriti. La scuola è stata evacuata per sicurezza, mentre l’attentatore, rimasto leso lievemente, è stato ricoverato all’ospedale.

Gli inquisitori hanno aperto un’indagine per scoprire il movente che ha indotto lo studente al folle gesto. La notizia che si è diffusa riguardo alla precedente espulsione del ragazzo dalla scuola è stata smentita. Intanto, il giudice ha fissato l’ammontare della sanzione a 2 milioni di dollari.

Precedenti

La sparatoria è avvenuta a pochi giorni di distanza dall’attentato che ha avuto luogo in Maryland. La tragedia era stata provocata da un uomo che, armato di fucile, si era introdotto in una scuola superiore sparando sulla folla di studenti. A differenza della recente vicenda, il caso del Maryland ha visto diversi feriti. L’attentatore era entrato nella Great Mills High School all’inizio delle lezioni, nelle prime ore della mattina.

L’11 maggio 2018, poi, un caso affine a quello riportato si era verificato in California, a Palmdale, nella contea di Los Angeles.

Nell’attentato, perpetrato da un giovane armato di fucile che in seguito si era nascosto nella boscaglia intorno al campo da baseball, era stato leso uno studente.

La strage sventata in Illinois rappresenta il 18esimo caso di sparatoria avvenuto negli Stati Uniti dall’inizio del 2018. Il susseguirsi dei tragici episodi sta provocando l’inasprirsi della tensione tra i cittadini americani, in buona parte favorevoli a una riforma che regoli l’acquisto e l’uso delle armi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche