Ustica, si rompe il muro di gomma. Per i giudici fu un missile o una collisione - Notizie.it
Ustica, si rompe il muro di gomma. Per i giudici fu un missile o una collisione
Catania

Ustica, si rompe il muro di gomma. Per i giudici fu un missile o una collisione

PALERMO – Trenta anni dopo la strage di Ustica, costata la vita a 81 persone, a bordo del Dc9 Itavia, la notte del 27 giugno 1980, si rompe il muro di omertà intorno ad uno dei grandi misteri di Stato.
La Motivazione. “Tutti gli elementi considerati – secondo al relazione scritta dal giudice Paola Proto Pisani nelle 200 pagine di motivazione depositate oggi – consentono di ritenere provato che l’incidente accaduto al DC9 si sia verificato a causa di un intercettamento realizzato da parte di due caccia, che nella parte finale della rotta del DC9 viaggiavano parallelamente ad esso, di un velivolo militare precedentemente nascostosi nella scia del DC9 al fine di non essere rilevato dai radar, quale diretta conseguenza dell’esplosione di un missile lanciato dagli aerei inseguitori contro l’aereo nascosto oppure di una quasi collisione verificatasi tra l’aereo nascosto e il DC9″.

Risarcimento vittime. Secondo i giudici, le 81 famiglie coinvolte nell’incidente del DC 9 dell’Itavia dovranno ricevere 100.000 euro ciascuna.

I ministeri della Difesa e delle Infrastrutture non garantirono, all’epoca dell’incidente la sicurezza del volo civile, e, dopo la strage, occultarono la verità con depistaggi e distruzione di atti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*