Vacanze 2017: 5 Capitali Europee per una vacanza low cost
Vacanze 2017: 5 Capitali Europee per una vacanza low cost
Viaggi

Vacanze 2017: 5 Capitali Europee per una vacanza low cost

capitali europee

Stili architettonici, folklore, tradizioni culinarie, feste, ma anche innovazione, voglia di cambiamento e spinta verso il futuro. Sono queste le caratteristiche che rendono vive e uniche le Capitali del nostro continente.

L’Europa è bella perché è varia, sorprendente nelle sue differenze sia fisiche che culturali. Passeggiamo fra le strade di alcune delle più belle ed anche economiche Capitali Europee.

capitali europee

Lisbona

Lisbona è una bellissima cittadina del Portogallo. Capitale Europea, in questa città i ritmi di vita sono più quelli di un grande paese. Come molte città di mare del sud qua la vita scorre lenta e scoprire questo luogo significa adeguarsi ai ritmi dei suoi abitanti. La musicalità malinconica del fado, tipica melodia cantata dai marinai, descrive perfettamente lo scorrere delle giornate a Lisbona.

Passeggiando per Lisbona

Passeggiate fra le sue ripide salite, tra i vicoli fatti di gradinate infinite. Soffermatevi ad osservare i bellissimi azulejos, le coloratissime mattonelle di maiolica che ricoprono gli edifici della città. Da Praça do Comércio, davanti alle rive del fiume Tago, risalite tutto il quartiere della Baixa, cuore della città. Passando per il quartiere del Chiado, dove si riunivano gli intellettuali della città tra il XIX e il XX secolo.

Tra questi anche Fernando Pessoa a cui piaceva passare le giornate nel famoso café a Brasileia. Fermatevi a visitare il Convento del Carmo, distrutto dal terremoto del 1755 ed ora sede del museo archeologico. Proseguite ancora e arriverete al Barrio Alto, il quartiere della vita notturna. In questa parte della città si concentrano numerosi locali e ristoranti ed anche splendide terrazze, i miraduri, da cui è possibile scorgere la città in tutta la sua bellezza. Scoprite il vecchio quartiere dell’Alfama prendendo il filobus numero 18. Questi vecchi tram sono caratteristici della città. Affacciatevi dai suoi finestrine e spiate la quotidianità degli abitanti. Arrivate fino al Castello di Sao Jorge e riscendendo fermatevi a scrutare il panorama dal miraduro di Santa Luzia. Andate nel quartiere di Belem, visitate il Monastero de Los Jeronimos.

capitale

Cucina

La vita a Lisbona non è affatto cara, nemmeno per i turisti. Sarete pienamente soddisfatti dei pasti serviti nelle tascas, piccole caffetterie a conduzione familiare dove la qualità del cibo non ha nulla da invidiare ai ristoranti stellati.

Il bacalhau è il piatto forte, ma qualsiasi varietà di pesce è da provare. Ottime la patate fritte che non sono quelle surgelate. Assaggiate i pasteis de Nata, deliziosi dolcetti di pasta sfoglia e crema tipici del quartiere di Belem, vi leccherete i baffi. La cucina è semplice, anche i palati più esigenti non ne saranno delusi.

Praga

Praga, Capitale della Repubblica Ceca è una città dall’aura mistica. Le numerose leggende ricamate sulla sua storia e la sua architettura fiabesca hanno contribuito a donarle un carattere esoterico. Passando da un quartiere all’altro perdetevi fra le sue salite. Esplorate la sua storia osservando edifici e monumenti appartenenti a epoche diverse.

capitale

Passeggiando per Praga

Praga è divisa in due parti dal fiume Moldava. Iniziate la vostra passeggiata dal centro storico, sul versante orientale, in ceco Staromestske. Arrivate al municipio. Sulla sua torre si trova l’Orologio astronomico, simbolo di Praga. Ad ogni ora le statue poste sui suoi lati prendono vita.

Proseguite la vostra passeggiata verso il quartiere ebraico di Josefov. Luogo suggestivo trasudante di ricordi. Bellissime le sinagoghe e il vecchio cimitero. Questo è stato per secoli l’unico luogo di sepoltura per gli ebrei di Praga. Al suo interno l’affollamento di lapidi formano una sorta di caos ordinato in grado di suscitare emozioni contrastanti. Andate alla casa danzante. Costruzione moderna dell’architetto americano Frank Gehry. La sinuosità di questa costruzione trasmette volutamente la sensazione di movimento. Continuando a passeggiare lungo il fiume arriverete al Ponte di San Carlo, altro simbolo della città. Il ponte costruito in pietra è sorretto da 30 statue barocche e collega le due parti della città dal 1300. Ogni giorno è animato da artisti, mercanti e artigiani. Vedere l’alba o il tramonto da questo ponte è un’esperienza indimenticabile. Attraversate il ponte e visitate il Castello. Si tratta della fortezza più grande d’Europa. Andate a vedere la Chiesa di San VIto, splendida cattedrale gotica.

Le vetrate al suo interno sono state decorate dall’artista ceco Alfons Mucha. Sul versante occidentale della Moldava si trova anche il pittoresco quartiere di Malà Strana, in ceco “piccolo quartiere”. Negli anni culture e tradizioni diverse hanno convissuto in questa zona. Questa multietnicità si rispecchia nell’architettura del quartiere. Un bellissimo mosaico fatto di tanti stili e colori.

capitale

Cucina

I piatti tradizionali a Praga sono a base di carne di manzo e maiale, spesso accompagnati da canederli e crauti. Famoso è il prosciutto e le salsicce. Fra i dolci il Trdlo, un intreccio di pasta dolce cotto sul fuoco. Poi la birra. La Repubblica Ceca vanta ottime qualità di questa bevanda. E ovviamente la Slovovice, liquore alle prugne che gli abitanti bevono per riscaldarsi durane i freddi inverni.

Berlino

Capitale della Germania, Berlino è una città piena di storia. Classica e allo stesso tempo alternativa, provocatrice e cosmopolita e futuristi. Fatevi avvolgere dai turbinanti ritmi berlinesi intercalando con qualche tazza di caffè latte, come piace fare ai suoi abitanti.

Passeggiando per Berlino

Dopo la caduta del famoso muro la città è stata arricchita dall’intervento di numerosi architetti che hanno lavorato per dare a Berlino l’immagine di capitale all’avanguardia.

Ora edifici classici convivono con strutture dalle linee contemporanee e innovative. Iniziate il vostro tour da Alexander Platz, nel Mitte, il centro di Berlino. Passate poi per Gendarmenmarkt, piazza su cui sorgono il Duomo francese e quello tedesco. Recatevi alla Porta di Brandeburgo. L’arco di questo monumento è sorretto da 12 colonne e sopra una quadriga trainata da maestosi cavalli trasporta la Dea della Vittoria. Da qui al Reichstag, il palazzo del governo, da cui è possibile vedere la città dall’alto. Continuate nel quartiere del governo, passando lungo il Tierrgarten, con il Castello Bellevue, la Colonna della Vittoria e le ambasciate. Non perdetevi ciò che resta del Muro, simbolo indiscusso della città. L’Est Side Gallery è un tratto di muro lungo più di un chilometro. Diversi anni fa questo tratto è stato la tela su cui si sono cimentati numerosi street artist. Dopo il muro perdetevi per le stradine di Kreuzberg. Quartiere giovane, pieno di locali alternativi e ristoranti con cucine da tutto il mondo.

Continuate verso Postdamer Platz e la Chiesa della Rimembranza. Poi Charlottenburg per vedere la residenza di epoca prussiana. Ma anche Checkpoint Charlie, il Museo del Pergamo e quello Ebraico, e tante altre cose. Berlino è una città immensa, la Sprea, il fiume che la attraversa, le regala magnifiche atmosfere. I berlinesi sono sempre in festa e divertirsi è alla portata di chiunque.

capitale

Cucina

Trattandosi di una città dalle mille contaminazioni etniche mangiare a Berlino significa provare il cibo di diverse terre, ma esiste anche una tradizione culinaria tedesca. Non si può andare a Berlino e non assaggiare un hot dog, o un currywurst. Wurstel conditi con una salsa in cui sono mischiati ketchup , salsa worcester e curry. Provate anche le polpette di carne, il sangue cotto, la salsiccia di fegato, lo stinco di maiale. Crauti e patate in tutti i modi. La birra costa meno dell’acqua e la Germania ha una ottima tradizione relativa a questa bevanda. I berlinesi adorano i dolci. Ovunque troverete bar o caffetterie dove concedervi una pausa con qualcosa di delizioso.

Atene

Tutti conosciamo la storia e la mitologia greca per questo Atene è forse la città più incantata d’Europa. Passeggiare per questa Capitale significa scoprire come è nata la civiltà, la morale, la politica, la filosofia, il linguaggio, l’arte, il teatro. Atene stupirà gli appassionati di storia e mitologia e ancor di più chi pensa che abbia solo questo da offrire. Modernità, divertimento e stravaganza hanno da tempo avvolto il fascino epico della capitale greca.

capitale

Passeggiando per Atene

Il nostro viaggio ad Atene parte dalla visita all’Acropoli, simbolo della città, della sua storia e della sua cultura. Magnifica struttura che con i suoi monumenti guarda la città dall’alto di una collina rocciosa. È il complesso antico più grande che questa civiltà ci abbia lasciato. Il suo stile vi riporterà in un’epoca lontana. Recatevi poi alle rovine dell’agorà di Atene. La piazza, luogo simbolo delle città greche, fulcro della vita quotidiana, sede del mercato cittadino e cuore delle dispute politiche e filosofiche. Se questa dose di storia ancora non vi basta visitate il Museo Archeologico Nazionale, uno dei 10 musei più importanti al mondo. Aggiratevi per il quartiere di Monastiraki, ricco di chiese e di edifici in stile classico. È sede di un grande mercato dove potrete trovare oggetti di qualsiasi tipo, nuovo e usato. Di notte le intricate viuzze si animano grazie ai numerosi bar e ristoranti disseminati nel quartiere. Fulcro attuale di Atene è piazza Syntagma, ai piedi dell’edificio del parlamento. Come in antichità anche oggi la piazza è il centro delle proteste da parte dei cittadini. Il quartiere più antico è quello della Plaka, abitato ormai da più di 7 mila anni. Le costruzioni sono quelle di una volta, il profumo del delizioso cibo speziato, tipico di Atene, aleggia per le sue strade. La tranquillità regna in questo angolo sfuggito alla modernità edilizia.

capitali europee

Cucina

La cucina greca è qualcosa di speciale. Tutto ha un sapore deciso ma delicato. Assaggiate lo Tzatziki, una salsa di yogurt con pezzi di cetriolo, menta, aneto e aglio. La Horiatiki, la famosissima insalata greca con cetrioli, pomodori, cipolla, olive di Kalamata e feta. La Moussaka, il piatto più conosciuto della cucina greca. Uno strato di melanzane, uno di patate, carne macinata, formaggio e besciamella, deliziosa! Poi gli Souvlaki, semplicissimi spiedini di carne di maiale cotti alla brace. E il pane tipico, la pita. Bevete un bicchiere di Ouzo, liquore all’anice molto apprezzato dagli abitanti e dai turisti.

Budapest

Altra Capitale Europea sorprendente è Budapest, capoluogo ungherese. Non è un caso se questa meravigliosa cittadina è conosciuta come la Parigi dell’Est. Il succedersi di diverse dominazioni ha plasmato la storia di questa città che fra tanti periodi ed episodi tragici non ha cambiato il suo spirito tradizionalmente gitano e ospitale. Allegria e spensieratezza costituiscono l’atmosfera di questa città.

capitali europee

Passeggiando per Budapest

Il Danubio divide Budapest in due parti. A occidente si trova Buda, la parte più antica mentre a est troviamo Pest, la parte moderna della città. La placida vita di Buda ruota attorno al suo Castello. Roccaforte costruita nel XIII secolo per sfuggire agli attacchi del popolo mongolo. Le numerose ristrutturazioni avvenute in periodi differenti hanno plasmato un complesso caratterizzato da un mix di stili che rispecchia il movimento culturale della città fin dall’antichità. Dopo i Mongoli fu la volta dei turchi che costruirono moschee e minareti. Ora la città è una pangea di culture che si riscontra nei vari luoghi di culto: chiese, moschee e sinagoghe. Pest, all’opposto di Buda, è chiassosa e irrequieta. Potrete visitare musei, come quello delle Belle Arti, con una collezione antica e moderna vastissima, e quello di etnografia. La grande Sinagoga. Nel suo giardino troverete il monumento commemorativo delle vittime ebree della seconda guerra mondiale. Un salice piangente di bronzo sulle cui foglie sono impressi i loro nomi. Il Duomo di Santo Stefano e altre bellissime chiese. I ponti, che sono patrimonio dell’Unesco. Pest è inoltre la zona dove si concentrano i creativi di Budapest. Troverete numerose boutique di giovani stilisti e spazi espositivi di artisti emergenti. La Capitale ungherese è conosciuta in tutto il mondo come città termale. I primi centri risalgono al periodo romano e col passare del tempo questa usanza è diventata peculiare della cultura ungherese. Sono centinaia le sorgenti termali presenti nella città. Tantissimi i centri termali di differenti stili e con varie proposte per i numerosi visitatori.

capitali europee

Cucina

Il piatto più conosciuto della tradizione culinaria ungherese è il Goulasch composto di patate e carne, piatto molto piccante. Se siete in giro e vi viene fame assaggiate gli spiedoni a base di salsiccia e formaggio e il langos, la pizza fritta. Potrete acquistarli a prezzi bassissimi nei baracchini sparsi nei punti di maggiore affluenza. Il dolce tipico è la Dobos Torte. Una torta formata da cinque strati di pan di spagna e cioccolato e una copertura al caramello. E poi la Esterhàzy torte. Torta fatta con una deliziosa pasta alle noci e crema cotta alla vaniglia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche