×

Vaccini ai giovani, i dati delle regioni: oltre il 55% in Abruzzo

Arrivano i primi dati delle regioni sui vaccini inoculati ai giovani della fascia 12-19 anni: in testa Abruzzo, male Piemonte e Friuli Venezia Giulia.

dati vaccini giovani regioni

In previsione della ripartenza della scuola a settembre, lo scorso 16 agosto è partita la campagna vaccinale per i più giovani della fascia 12-19 anni, e i dati sui vaccini inoculati nelle singole regioni mostrano un trend altalenante.

Vaccini per i giovani, i dati nelle regioni

Lo scorso 16 agosto è partita la campagna vaccinale per i giovani della fascia d’età 12-19 anni, senza prenotazione, e i primi dati sui vaccini che arrivano dalle singole regioni fanno riflettere.

In generale, su oltre 4,6 milioni di ragazzi, solo il 27% ha ricevuto la doppia dose, e in alcuni casi è alta la percentuale di chi ancora non ha ricevuto la prima dose. Al momento quindi sono circa 2,47 milioni i giovani senza una dose.

La regione che vanta la percentuale maggiore di giovani vaccinati è l’Abruzzo, che conta il 44,5% dei non vaccinati, mentre il 23,5% ha ricevuto la prima e il 31,1% entrambe.

Sul podio anche Basilicata e Molise, con il 45,6% di non vaccinati, ma in quest’ultima regione, quasi il 30% ha ricevuto entrambe le dosi.

Seguono Puglia con quasi il 47% di non vaccinati, ma il 24,7% ha ricevuto entrambe le dosi, Emilia Romagna (vaccinato il 27,2%) e la Sardegna (vaccinata con entrambe le dosi quasi il 20%).

Vaccini ai giovani, dati altalenanti nelle regioni

A metà classifica ma comunque sopra la media nazioanle troviamo la Lombardia (vaccinato il 32,1%), la Campania (completamente vaccinato il 36%, di convesso però oltre il 50% non ha ricevuto una dose), e la Valle D’Aosta (entrambe le dosi al 14,7%).

Leggermente sotto la media il Veneto (completamente vaccinato il 20,7%),  il Lazio (31,2% entrambe le dosi, ma il 52% non ha ricevuto la prima), e la Provincia di Trento (ha ricevuto entrambe il 19%, ma il 51,6% aspetta la prima dose).

Dati delle regioni sui vaccini ai giovani: in crescita Piemonte e Friuli

Più indietro rispetto alle regioni precedenti, ma comunque in crescita troviamo le Marche (entrambe le dosi al 27,5%, ma il 53,5% ancora non ha la prima), Umbria (vaccinato completamente l’11%, ma il 54,5% aspetta la prima dose) e la Calabria (non vaccinato quasi il 54%, ma il 32% ha già ricevuto entrambe le dosi).

Dati sui vaccini ai giovani: le regioni con meno vaccinati

Arriviamo alle regioni che presentano dati allarmanti sul rapporto vaccinati e non vaccinati. La Toscana registra quasi il 55% di non vaccinati, al netto del 16% di chi ha ricevuti entrambe le dosi. Segue la Sicilia (vaccinato il 27,5%, contro il 54,7% di chi ancora aspetta la prima dose), e la Liguria (vaccinato il 27,1%, non vaccinato il 55,5%).

Sul fondo troviamo il Fruli Venezia Giulia con solo il 27,5% di vaccinati e quasi il 56% di non vaccinati, la Provincia di Bolzano (non vaccinato il 64,8% e il 27,1% di chi ha ricevuti entrambe le dosi), e il Piemonte (15,9% di vaccinati, contro il 56,4% di non vaccinati).

Contents.media
Ultima ora