×

Vaccini Covid, il sindaco di Napoli De Magistris: “Siamo cavie, non sappiamo cosa ci iniettano”

Il sindaco di Napoli De Magistris ha criticato i vaccini anti-Covid, asserendo che gli effetti collaterali a lunga scadenza dei sieri sono sconosciuti.

Vaccini Covid

Ospite del talk show Tagadà, in onda su La7, il sindaco uscente di Napoli, Luigi De Magistris, ha espresso le proprie riserve nei confronti dei vaccini sintetizzati contro il coronavirus.

Vaccini Covid, il sindaco di Napoli De Magistris: “Siamo cavie, non sappiamo cosa ci iniettano”

Nel primo pomeriggio di mercoledì 16 giugno, il sindaco uscente di Napoli, Luigi De Magistris, è stato ospite del programma Tagadà, trasmesso su La7 alle 14:15 e condotto da Tiziana Panella.

In questo contesto, il primo cittadino della città partenopea ha dichiarato pubblicamente i dubbi nutriti in merito ai sieri sviluppati contro il SARS-CoV-2 e iniettati alla popolazione nell’ambito della campagna vaccinale.

De Magistris, infatti, ha asserito: “Premesso che siamo cavie, non sapremo se non tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio, questo è evidente perché la sperimentazione è stata fatta per poco tempo”.

Vaccini Covid, il sindaco di Napoli De Magistris: contraddizione in termini

Durante la sua partecipazione a Tagadà, prima di scagliarsi contro i vaccini, il sindaco di Napoli ha in primo luogo bocciato in modo netto l’app Immuni per poi sottolineare che le mascherine usate per proteggersi dal Covid nei luoghi aperti “non fanno bene”.

Subito dopo, le critiche del sindaco De Magistris si sono concentrate sulla campagna vaccinale e sulla qualità dei vaccini anti-Covid impiegati.

Il politico, infatti, ha dapprima posto l’accento sul fatto che la popolazione sia stata utilizzata come una cavia, precisando che gli effetti reali dei medicinali inoculati si vedranno esclusivamente a distanza di qualche anno dall’avvenuta vaccinazione. Il primo cittadino di Napoli, quindi, ha voluto alludere – in modo neanche troppo velato – a possibili effetti collaterali a lunga scadenza che potrebbero insorgere in futuro tra i vaccinati.

Simili affermazioni, tuttavia, sono state immediatamente contraddette dallo stesso De Magistris che, proseguendo nella sua invettiva e dando origine a una evidente contraddizione in termini, ha deciso di focalizzarsi sul presidente della Campania Vincenzo De Luca, spiegando: “Non ci si può inventare, come fa Vincenzo De Luca, medico o ricercatore.

Bisogna affidarsi ai medici e ai ricercatori, sperando che ci sia una comunicazione più efficace”.

Vaccini Covid, il sindaco di Napoli De Magistris: le prossime comunali

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, dopo aver ricoperto una simile carica per due mandati, è attualmente candidato alla presidenza della Regione Calabria. Alle elezioni, competerà contro il candidato di centrodestra Roberto Occhiuto(Forza Italia) e probabilmente anche contro la deputata del Movimento 5 Stelle Dalila Nesci.

Per quanto riguarda Napoli, invece, i candidati al ruolo di sindaco tra i quali verrà eletto il prossimo primo cittadino del capoluogo campano sono Gaetano Manfredi per il centro sinistra, Catello Maresca per il centrodestra, Antonio Bassolino, Alessandra Clemente e Sergio D’Angelo.

Contents.media
Ultima ora