×

Vaccini, obbligo per le scuole rinviato al 2019/2020

Condividi su Facebook

I deputati pentastellati l'hanno definita una "decisione di buonsenso". Aspre le critiche dal Pd: il vero obiettivo è l'eliminazione dell'obbligo.

Vaccini, chiesto il rinvio dell'obbligo per le scuole
Vaccini, chiesto il rinvio dell'obbligo per le scuole

Il governo ha presentato due emendamenti al decreto “milleproroghe” relativi all’obbligo vaccinale per le scuole dell’infanzia. I rappresentanti di Lega e M5S hanno chiesto di rinviare all’anno scolastico 2019/2020 l’introduzione dell’obbligo di presentazione della documentazione relativa ai vaccini. L’obbligo è stato introdotto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante il governo Renzi. Per Paola Taverna e Pierpaolo Sileri, i senatori del Movimento che hanno annunciato di aver presentato l’emendamento alla commissione del Senato, il rinvio è necessario per permettere a tutti i bambini di accedere al servizio scolastico. Il sottosegretario alla Salute Maurizio Fugatti l’ha definita “una decisione di buonsenso”.

Le critiche del Pd

Aspre le critiche del Partito democratico, fautore dell’introduzione dei vaccini obbligatori. Secondo i deputati Elena Carnevali e Paolo Siani, gli emendamenti sono un primo passo verso il vero obiettivo del governo: l’eliminazione dell’obbligo vaccinale.

Decisione che provocherà “un danno gravissimo ai bimbi italiani”.

Poche ore prima dell’annuncio dell’emendamento, il noto medico Roberto Burioni ha lanciato un appello per l’introduzione del vaccino contro la pertosse a tutte le donne in gravidanza. Due neonate sono morte nella bergamasca perché troppo piccole per essere vaccinate contro l’infezione. Ma la somministrazione del vaccino (privo di effetti collaterali) alle madri avrebbe salvato loro la vita. Recentemente il dottor Burioni ha condiviso sul proprio profilo Twitter dei dati rilasciati dal WHO nel 2015. Le ricerche evidenziano che in Italia la copertura vaccinale è insufficiente, pari se non inferiore ad alcuni Paesi africani per malattie come il morbillo.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.