×

Vaccini: preoccupano le giacenze di dosi Astrazeneca. Numerose iniziative dalle Regioni per smaltirle

La campagna vaccinale italiana viaggia spedita, unica nota dolente è l'eccessiva giacenza di vaccini Astrazeneca presente in molte Regioni

La situazione sulle scorte di vaccino anti-covid nelle regioni italiane

Con oltre mezzo milione di dosi di vaccini somministrati solo nella giornata del 7 maggio 2021, in Italia, si può affermare che la campagna vaccinale italiana, attentamente monitorata e seguita dal generale Figliuolo, sta viaggiando speditamente secondo i vari target stabiliti.

Una nota dolente però sembra fare la sua comparsa e riguarda le numerosi dosi di vaccino Astrazeneca presenti in giacenza nei frigoriferi degli hub vaccinali delle Regioni italiane.

Vaccini Astrazeneca: troppe dosi in giacenza in molte regioni

Mentre l’Italia continua la sua corsa verso l’immunizzazione della popolazione, tentando in tutti i modi di accelerare la campagna vaccinale con numerose iniziative per incrementare i soggetti vaccinati, da nord a sud si registra, anche se in percentuali diverse, una costante comune, ossia la problematica delle numerose dosi di Astrazeneca in giacenza negli hub vaccinali di molte Regioni italiane.

Se qualche tempo fa, questo problema si era presentato come sporadico e in alcuni casi addirittura, a causa dei ritardi nelle consegne da parte dell’azienda vi era una carenza di dosi di Vaxzeveria, adesso la questione è completamente opposta. Secondo i dati, infatti, nei frigoriferi delle Regioni italiane vi sarebbero ben due milioni di dosi Astrazeneca inutilizzate.

Vaccini Astrazeneca inutilizzati: la paura dei cittadini

A motivare la giacenza di queste dosi di Astrazeneca nelle Regioni, potrebbero essere i continui cambiamenti di rotta nell’indicazione del target di riferimento per questo vaccino anti-Covid.

Ne consegue che i cittadini hanno paura e spesso rifiutano di ricevere la somministrazione di questo vaccino e ciò provoca un aumento delle giacenze di Astrazeneca negli hub vaccinali italiani.

Vaccini Astrazeneca inutilizzati: le iniziative delle Regioni per somministrarli

Di fronte a questa problematica, regioni come Sicilia e Campania, che vantano un maggior numero di dosi in giacenza di Astrazeneca, hanno messo in campo alcune iniziative per smaltire questi vaccini anti-Covid.

Gli Open Day vaccinali, intrapresi dalle Regioni, nelle scorse settimane si sono dimostrati eventi di successo, che hanno consentito di aumentare le percentuali di dosi somministrate, allargando anche i vari target previsti dai piani regionali.

Così ad esempio, Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, ha deciso di smaltire le 112mila dosi di Astrazeneca, presenti nei frigoriferi degli hub vaccinali siciliani, permettendo anche agli over 50 senza patologie, di poter ricevere la somministrazione di questo vaccino già dalla prossima settimana e in particolare dal 13 maggio 2021.

A Matera, in Basilicata, previsto per sabato 8 maggio 2021, l’Astranight, l’evento organizzato per far vaccinare, senza obbligo di prenotazione, i soggetti tra i 60 e i 79 anni.

Tra le regioni che hanno maggiore giacenza di dosi Astrazeneca anche la provincia di Trento e la Calabria.

Contents.media
Ultima ora