×

Vaccino agli insegnanti, Figliuolo accelera: si va verso l’obbligo? Cosa succede a chi rifiuta?

Sono ancora alti i numeri degli insegnanti e degli operatori scolastici che non hanno ricevuto il vaccino: Figliuolo lancia un appello.

Vaccino agli insegnanti, la proposta di Figliuolo

Sono circa 215mila gli insegnanti che ancora non hanno ricevuto nemmeno la prima dose di vaccino contro il Covid-19. L’idea sarebbe quella di arrivare con il comparto scolastico immunizzato entro settembre, ma la situazione non è così semplice per tutta una serie di motivi. 

Vaccino Covid-19 agli insegnanti, la novità 

L’idea del governo è quella di ripartire con il rientro in classe per tutti gli alunni. La presenza, in questo caso, passa però dalla campagna vaccinale.  Intanto il generale Francesco Figliuolo ha inviato una lettera alle Regioni e alle Province autonome per chiedere di incentivare la vaccinazione del personale scolastico

Vaccino Covid-19 agli insegnanti, le parole di Figliuolo 

L’idea di Figliuolo è quella di favorire delle corsie preferenziali negli hub vaccinali in modo da somministrare le dosi a personale scolastico e universitario che non hanno ancora ricevuto il vaccino contro il Covid-19. 

Vaccino Covid-19 agli insegnanti, la proposta 

Il generale Figliuolo ha chiesto nella lettera di voler continuare a mantenere la scuola in presenza. Secondo i dati forniti dal commissario, relativi alla campagna di vaccinazione, l’85% del personale scolastico ha già ricevuto la prima dose: si tratta di un +0,5% rispetto alla precedente settimana. “È importante attuare in maniera ancor più proattiva il metodo di raggiungimento attivo del personale che non ha ancora aderito alla campagna vaccinale, coinvolgendo anche i medici competenti per sensibilizzare la comunità scolastica in maniera ancor più capillare“.

Vaccino Covid-19 agli insegnanti, l’appello

Nel frattempo il generale ha spiegato che l’idea è quella di tornare in classe e in sicurezza a settembre: mancano però all’appello 215mila tra insegnanti e operatori che non si sono ancora vaccinati. La richiesta arriva anche da Patrizio Bianchi, attuale ministro dell’Istruzione: vaccinarsi al più presto per ripartire con sicurezza. I numeri di chi non ha ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid-19, relativi al comparto scolastico, sono ancora alti.

Proprio per questo si starebbe addirittura pensando ad un obbligo vaccinale: la sola ipotesi ha già scatenato tante polemiche. Figliuolo ha chiesto intanto ai presidenti di incentivare il personale ed esortarlo a vaccinarsi il prima possibile. Aprire il prossimo anno scolastico in sicurezza è l’obiettivo principale del governo guidato dal presidente Mario Draghi

Contents.media
Ultima ora