×

Vaccino AstraZeneca, che fine faranno le dosi dopo stop somministrazioni a under 60

Cosa succederà alle dosi del vaccino AstraZeneca dopo la frenata delle somministrazioni ai soggetti under 60? Lo ha spiegato il commissario Figliuolo.

Vaccino AstraZeneca stop somministrazione

La frenata delle somministrazioni del vaccino AstraZeneca per i soggetti under 60 ha portato a rivedere molti aspetti sul piano logistico e organizzativo a cominciare da quale destinazione verrà data alle dosi di AstraZeneca che non verranno utilizzate e che andranno a costituire un’eccedenza importante.

A fare il punto della situazione il commissario straordinario all’emergenza covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo che ha spiegato in un  recente intervento come queste eccedenze di AstraZeneca 

Vaccino AstraZeneca stop somministrazione, Figliuolo: “Eccedenze destinate al programma Covax”

A spiegare che fine faranno le dosi del vaccino di AstraZeneca il commissario all’emergenza covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo che ha messo in evidenza come le dosi non utilizzate dovrebbero essere destinate ai Paesi in via di sviluppo che fanno parte del programma Covax:  “Se dovessero rimanere questi vaccini sarebbero utilmente impiegati per i Covax con le prescrizioni sanitarie previste in quei Paesi”, ha ipotizzato Figliuolo. 

Il commissario all’emergenza covid ha quindi fatto un rapido calcolo delle dosi di vaccino che dovremo avere a disposizione da qui a settembre 2021: “Da qui a settembre noi avremo 9,5 milioni di dosi, sommandoli a quelli che abbiamo da qui a fine a giugno arriveremmo a circa 15 milioni di vaccini.

[…] se tutti gli over 60 dovessero essere vaccinati con prima dose AstraZeneca sarebbero 3,5 milioni, per due dosi siamo a 7 milioni”. Appare inoltre plausabile la possibilità che non tutti i soggetti destinati si vaccinino o ricevano le dosi di AstraZeneca. 

Vaccino AstraZeneca stop somministrazione, Figliuolo: “Vaccinati solo over 60”

A tal proposito il generale Figliuolo ha spiegato che riceveranno il vaccino AstraZeneca soltanto i soggetti che hanno superato i 60 anni di età.

“Attualmente abbiamo una platea da vaccinare di circa 3,5 milioni di over 60, dobbiamo effettuare la seconda dose con AstraZeneca a circa 3,9 milioni. Per il resto faremo vaccinazione eterologa, con seconde dosi sotto i 60 con vaccini a mRna. E prime dosi a under 60 solo con vaccini a mRna”. 

Vaccino AstraZeneca stop somministrazione, seconda dose con vaccino diverso 

Infine un’ultima domanda che molte persone si poste.

Chi ha ricevuto già la prima dose, quale vaccino riceverà con il richiamo? Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che con il richiamo riceverà un vaccino a Rna messaggero e nella fattispecie Moderna o Pfizer. 

Contents.media
Ultima ora