×

“Vaccino provoca varianti”: arriva la risposta di Burioni a Salvini

Roberto Burioni su Twitter replica alle affermazioni rilasciate da Matteo Salvini che indicano il vaccino come causa delle varianti Covid.

salvini burioni vaccino

Su Twitter il professore e virologo Roberto Burioni risponde alle provocazioni rilasciate da Matteo Salvini, dove afferma che le varianti siano causate dal vaccino: “Un po’ come dire che i freni causino incidenti”. Non si fa attendere la reazione di altri esperti.

Vaccino, Burioni risponde a Salvini

Dire che le varianti sono provocate dal vaccino è al livello di ’gli incidenti sono provocati dai freni, sento sempre frenare prima di un incidente”: questa è stata la risposta data dal virologo Roberto Burioni a Matteo Salvini, su Twitter.

Ospite a “L’aria che tira“, programma di la7 condotto da Myrta Merlino, il leader del carroccio aveva così dichiarato: “Io sono vaccinato, posso prendere il virus e posso trasmetterlo.

Se faccio un tampone ora, vedo se sono negativo. Lo strumento imbattibile per vedere se una persona è negativa in un momento è il tampone. Il vaccino non mi rende totalmente immune. Proviamo a fare informazione corretta: le varianti nascono come reazione al vaccino”.

Scontro tra Burioni e Salvini sul vaccino: il commento di Bassetti

Questa querelle a distanza ha suscitato inevitabilmente reazioni di altri illustri esperti e scienziati. Partiamo da Matteo Bassetti, virologo dell’ospedale di Genova, da oltre un anno e mezzo in prima linea contro i no vax e favorevole alla campagna vaccinale: “L’affermazione che le varianti nascono come reazione al vaccino è una delle cose più inesatte che ho sentito da quando si parla di pandemia.

Le varianti nascono quando le persone non sono vaccinate e il virus si muove, liberamente: vedi la Delta in India dove la popolazione non era immunizzata così la Mu. Dire quello che ha detto Salvini è profondamente inesatto“.

Salvini contro Burioni sul vaccino: gli altri pareri

Veniamo ora al commento piccato rilasciato all’Adkronos del professor Massimo Galli, come sempre molto diretto: “Il senatore Salvini deve parlare delle cose che sa e non di cose orecchiate in giro, lasci stare i vaccini che salvano le vite e oggi sono l’unico strumento che evita l’ospedale e il cimitero“.

Infine, non poteva mancare il commento del virologo Fabrizio Pregliasco:” Le affermazioni del leader della Lega arrivano da cattivi consiglieri e istillando dubbi. È legittimo che la politica decida come usare i vaccini, ma qui si deborda“. Una disputa che sicuramente non terminerà qui.

Contents.media
Ultima ora