×

Vaccino Covid, Salvini: “Ho fatto la seconda dose quindi posso togliere la mascherina, sono tranquillo”

Salvini ha fatto la seconda dose del vaccino covid e toglie la mascherina. L'errore sottolineato nelle linee guida dell'Iss.

Salvini secondo dose vaccino

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha commesso una gaffe legata al coronavirus fornendo una cattiva interpretazione di un concetto più volte espresso e ribadido dalla comunità scientifica. Nello specifico Salvini ha detto di aver ricevuto la seconda dose del vaccino e dunque di poter star tranquillo nel togliersi la mascherina. 

Salvini, la gaffe sulla seconda dose del vaccino

Mi tolgo la mascherina – ha detto Salvini all’inizio di un suo comizio a Cosenza – perchè questa mattina ho fatto la seconda dose, quindi sono tranquillo. Penso“. Nulla di più sbagliato, almeno stando alle linee guida fornite dall’Istituto superiore di sanità che nella sezione fake news sottolinea proprio che, anche in caso di vaccino, vanno mantenute al momento le ormai note regole anti contagio: distanziamento, igienizzazione delle mani e mascherina.

Inoltre, sempre secondo le linee guida, un soggetto vaccinato con due dosi può considerarsi protetto dopo 14 giorni dalla somministrazione e non certo il giorno nel quale ha ricevuto la seconda dose.

Salvini e la seconda dose del vaccino

A SkyTg24 Salvini ha poi detto di stare bene e di avere solo “un po’ di dolore al braccio ma niente di irreparabile. Sono uno dei 40 milioni di italiani – ha aggiunto – che ha scelto di farsi la seconda dose di vaccino.

Stiamo lavorando per gli altri 20 milioni di italiani che non possono vaccinarsi”. Poi il leader leghista è tornato sulla possibilità che il vaccino diventi obbligatorio, ipotesi questa respinta dal Carroccio: “O imponi l’obbligo vaccinale, una scelta che nessun paese europeo ha fatto, se non l’Arabia Saudita e il Tagikistan, o inviti, spieghi educhi, ragioni, fai riflettere, accompagni. Noi – ha precisato Salvini – dobbiamo continuare a educare, spiegare, senza punire e discriminare.

Fidiamoci degli italiani che meritano fiducia, non paura”. “Se un governo dovesse imporre un vaccino – ha poi detto Salvini – penso che sia giusto che risarcisca per eventuali danni da vaccino“.

Salvini ha fatto la seconda dose del vaccino

Matteo Salvini ha poi voluto ribadire di non essere un novax, ma di nutrire dei dubbi sulla necessità di effettuare la somministrazione ai bambini. “Io non faccio il medico, non sono uno scienziato – ha detto il leader leghista – Se voi pensavate di trovare un no vax, avete sbagliato persona perché oggi ho fatto la seconda dose di vaccino e stasera mi prenderò la mia tachipirina mille per evitare la febbre. Quando, però, si parla della salute dei nostri bambini, io invito solo alla prudenza. Chiedo solo di dare ai nostri figli tutte le garanzie del mondo. E chiedo rispetto per i tanti scienziati che invitano alla prudenza”. Infine spazio anche al green pass con la Lega contraria, ma che valuterà eventuali proposte di allargamento del suo utilizzo. 

Contents.media
Ultima ora