×

Vaccino Lombardia, dal 2 giugno aperte le prenotazioni per la fascia 16-29 anni

Guido Bertolaso ha annunciato per il 2 giugno l'apertura delle prenotazioni per il vaccino anti Covid relativamente alla fascia d'età 16-29 anni.

vaccino lombardia prenotazioni

Nella giornata di venerdì 14 maggio il consulente per l’emergenza Covid in Lombardia Guido Bertolaso ha annunciato per il 2 giugno l’apertura delle prenotazioni per il vaccino relativamente alla fascia d’età 16-29 anni: “Dal 2 giugno apriremo le prenotazioni all’ultima categoria: dai 16 ai 29 anni”.

L’annuncio è stato fatto durante la conferenza stampa dedicata allo stato delle vaccinazioni nella regione, nella quale Bertolaso ha inoltre specificato che: “Non abbiamo bisogno dei vax day. […] Servono a camuffare il fatto che non si riescono a gestire le prenotazioni seguendo una linea continua”.

Vaccinazioni in Lombardia, il calendario delle prenotazioni

Assieme all’annuncio di Guido Bertolaso è stato anche diffuso il nuovo calendario per le prenotazioni dei vaccini anti-Covid nella regione.

Nel dettaglio, le prenotazioni per gli over 40 apriranno il prossimo 20 maggio, mentre subito dopo toccherà agli over 30 che potrebbero accedere al portale regionale il 27 maggio. Infine toccherà agli over 20 e ai giovani tra i 16 e i 19 anni che come già detto potranno invece prenotarsi a partire dal 2 giugno. In questo momento sono già partite inoltre nella regione le prenotazioni per la fascia d’età dai 50 ai 59 anni.

Vaccinazioni in Lombardia, Bertolaso sulle prenotazioni

Nel corso della conferenza stampa, alla quale hanno presenziato il presidente della regione Attilio Fontana e la vicepresidente Letizia Moratti, Bertolaso ha poi parlato del possibile termine della campagna vaccinale: “Se dovessimo ancora mantenere il target delle 85mila dosi giornaliere finiremo la campagna a fine agosto. Qualora ci fosse consentito di somministrare centomila vaccinazioni al giorno potremmo finire a fine luglio. Se l’Europa invece si sveglia e ci consentirà di somministrare 120mila dosi, si potrebbe finire il 10 luglio. L’ex capo della Protezione Civile ha inoltre più volte ribadito che la Lombardia è perfettamente in grado di somministrare oltre 100mila dosi giornaliere di vaccino.

Vaccinazioni in Lombardia, prenotazioni e carenza delle dosi

Altro nodo cruciale evidenziato da Bertolaso nel suo discorso è quello della carenza delle dosi di vaccino a livello nazionale, a causa del quale secondo il consulente si è ancora indietro con le somministrazioni alla popolazione: “Se la Lombardia non avesse lavorato con questi ritmi, il target dei sette milioni di vaccinazioni inoculati non sarebbe stato conseguito a livello nazionale. […] Se noi avessimo vaccini disponibili ad oltranza, noi staremo già navigando su 140mila vaccinazioni al giorno“.

Contents.media
Ultima ora