×

Validità Super Green Pass, dilemma fragili e over 80 con terza dose: “A molti scadrà a marzo”

Dubbi e incertezze sulla validità del Super Green Pass che a molti soggetti fragili e cittadini over 80 vaccinati con terza scadrà a marzo 2022.

italia

In relazione al Super Green Pass, si fanno sempre più forti i dubbi che riguardano la validità del pass per tutti i cittadini che hanno ricevuto la dose booster nei mesi scorsi e ai quali la certificazione scadrà nel mese di marzo 2022.

Validità Super Green Pass, dilemma fragili e over 80 con terza dose: “A molti scadrà a marzo”

In considerazione delle norme stabilite a livello governativo, il Super Green Pass che i cittadini ricevono una volta completato il ciclo vaccinale e che viene rinnovato nel momento in cui si sottopongono anche alla terza dose di siero sviluppato contro il coronavirus ha una validità di 6 mesi.

In questo contesto, sono tanti i cittadini italiani ai quali è stato somministrato il booster negli ultimi mesi del 2021 e ai quali il Super Green Pass scadrà presto.

In questo contesto, a essere più a rischio sono i soggetti fragili e gli over 80, che per primi hanno ricevuto la terza dose di vaccino anti-Covid.

Nello specifico, con la decisione di ridurre la scadenza della certificazione verde da 9 a 6 mesi, molti potrebbero ritrovarsi con il Green Pass non più valido già a marzo 2022, nonostante il booster.

Validità Super Green Pass, dilemma fragili e over 80 con terza dose: le ipotesi al vaglio del Governo

Il problema della scadenza del Green Pass diventata tanto più importante nel caso dei soggetti fragili, soprattutto se si considera l’estensione del Super Green Pass anche ai luoghi di lavoro.

A quanto si apprende, il Ministero della Salute sta esaminando la situazione ma il Governo non ha ancora deciso in che modo affrontare la questione e, difatti, non ha ancora espresso una posizione ufficiale rispetto al dilemma che riguarderà fragili e over 80.

Al momento, pare che il Governo stia valutando due ipotesi: la prima consiste nel rimodulare la durata della certificazione verde mentre la seconda si traduce del modificare alcuni criteri che regolano il Super Green Pass obbligatorio.

Anche se il problema riguarderà principalmente i fragili e gli over 80, a poche settimane di distanza, la medesima situazione coinvolgerà anche gli operatori sanitari e, poi, gli over 70 e gli over 60, e a scalare.

Validità Super Green Pass, la proposta dell’assessore alla Salute del Lazio

Intanto, mentre gli organi governativi nazionali e internazionali stanno valutando l’utilità di una ipotetica quarta dose da inoculare alla popolazione probabilmente a partire dal prossimo autunno, sulla questione si è recentemente espresso l’assessore alla Salute del Lazio, Alessio D’Amato.

L’assessore D’Amato, infatti, ha dichiarato quanto segue: “La strada più semplice è programmare in modo illimitato la certificazione verde per tutti coloro che hanno completato il ciclo vaccinale – e ha proposto –. Per tutti gli altri, per chi è ancora fermo alla seconda dose, deve restare la validità di sei mesi. Se in autunno si dovesse decidere che serve la quarta dose, allora si potrà rivedere la scadenza”.

Contents.media
Ultima ora