×

Vaporidis chiede scusa a Luxuria: “Sostengo la comunità LGBT”

Nicolas Vaporidis ha chiesto ufficialmente scusa a Vladimir Luxuria all'Isola dei Famosi.

Nicolas Vaporidis

Nicolas Vaporidis ha chiesto scusa a Vladimir Luxuria per il suo comportamento nell’ultima diretta dell’Isola dei Famosi. L’attore aveva usato pronomi maschili per rivolgersi all’opinionista.

Nicolas Vaporidis: le scuse a Luxuria

Nicolas Vaporidis ha chiesto un momento per poter parlare durante l’ultima diretta dell’Isola dei Famosi e ha rivolto le proprie scuse a Vladimir Luxuria, a cui recentemente si è rivolto usando i pronomi maschili.

“Vorrei dire una cosa a Vlady se posso. Per quello che è successo l’altra volta. Io mi vorrei tanto scusare. Perché poi presi dalla diretta e dalla confusione io sento anche male quello che succede. Io mi scuso se ti ho mancato di rispetto e non era assolutamente mia intenzione. Vlady io ti chiedo davvero scusa. Anzi, credo che tu sia una delle massime esponenti italiane per quanto riguarda l’identità di genere e la comunità LGBT.

Spero di non averti offeso dicendoti caro. Quindi ti chiedo ancora scusa. Non era mia intenzione, anzi, io sono uno dei più forti sostenitori di questo e della libertà e te lo posso giurare su tutto quello che ho di più caro. Se ti ho offeso mi scuso ancora una volta”.

La reazione di Luxuria

L’opinionista, che aveva subito sottolineato la mancanza di rispetto da parte dell’attore nei suoi confronti, ha deciso di accettare le sue scuse:

Io ho letto molte tue interviste di quanto hai recitato nel film Outing.

Erano parole sul tema dell’omosessualità. So quanto sei stato vicino alla causa credimi. Hai detto una cosa che mi ha offesa ed ha offeso anche tante altre persone. Sei molto suscettibile, questo sì, ma io accetto volentieri le tue scuse. Si chiude un capitolo, se ne apre sicuramente un altro bellissimo. Quando arriverai in Italia, il più tardi possibile, ci faremo un bicchiere di Ouzo ghiacciato io e te insieme“, ha dichiarato.

La vicenda avrà ulteriori sviluppi?

Contents.media
Ultima ora