×

Varese, deceduto il noto fiorista Alfredo Corvi: il lutto di corso Matteotti

Il noto fiorista Alfredo Corvi, titolare di un secolare negozio situato su Corso Matteotti, è deceduto a poche settimane di distanza dalla madre Maria.

Fiorista

Il noto fiorista Alfredo Corvi, spesso soprannominato “Ave”, titolare di uno storico negozio situato in corso Matteotti, a Varese, è deceduto a causa dell’aggravamento del male di cui, da tempo, soffriva.

Varese, deceduto il noto fiorista Alfredo Corvi: il lutto di corso Matteotti

Da oltre un secolo, la famiglia Corvi possiede un suggestivo e raffinato negozio di fiori, fondato nel 1907 da Alfredo Corvi, nonno di Ave.

Nel 1985, poi, Ave era diventato ufficialmente socio dei genitori Gianni Battista e Maria, seguito dal fratello Giovanninel corso del 1995. Alfredo e Giovanni, quindi, rappresentano l’ultima generazione della famiglia Corvi ad essersi assunta l’onere e l’onore della gestione del centenario negozio.

Il defunto Alfredo, inoltre, non era soltanto estremamente noto in città per la sua attività di fiorista ma anche per la sua voglia di partecipare in prima persona alla vita di Varese.

Nel corso degli anni, infatti, ha fatto parte del comitato dei commercianti del centro e ha anche aderito a molte altre attività sociali svolte in città.

I parenti di Ave e tutti i frequentatori di corso Matteotti condividono il cordoglio della famiglia Corvi, funestata da un nuovo lutto a soli tre mesi dalla perdita della madre di Alfredo Corvi, Maria Tagnocchetti Corvi, deceduta il 27 gennaio 2021.

L’omaggio del sindaco di Varese

L’improvvisa scomparsa del fiorista Alfredo Corvi è stata commentata dal sindaco di Varese Davide Galimberti che ha dichiarato: “Apprendo con grande dispiacere la scomparsa di Alfredo corvi, erede della celebre famiglia di fioristi che per generazioni ha onorato l’appellativo di Varese Città Giardino. Di quel giardino, Ave, come lo chiamavano tutti, custodiva le chiavi. Il nostro concittadino ben incarnava quella matrice operosa di Varese e la sua bottega, risalente ai primi del Novecento, era come un’antica osteria proprio nel centro cittadino.

Ave era un appassionato di storia locale, attento alle tradizioni e custodiva il segreto di quelle botteghe che hanno fatto bella e viva la Città Giardino. A lui, alla sua famiglia e al ricordo della sua cara mamma Maria, che da poche settimane lo ha preceduto, va il mio pensiero più commosso”.

Contents.media
Ultima ora