×

Variante Delta Covid all’ospedale Cotugno di Napoli, due pazienti ricoverati: non erano vaccinati

Dopo il Regno Unito, la diffusione della variante Delta preoccupa anche l'Italia: all'ospedale Cotugno di Napoli due pazienti sono stati ricoverati.

variante Delta ospedale Cotugno

La variante Delta, ex indiana, sta allarmando il Regno Unito, che dopo una netta diminuzione dei contagi da Covid-19 sta affrontando una risalita della curva epidemiologica. La nuova mutazione risulta più facilmente trasmissibile e si diffonde con più rapidità.

Il ministro della salute inglese precisa che il numero dei morti resta in media molto basso, ma invita alla prudenza. Preoccupata anche Ursula von der Leyen, la quale ha dichiarato: “È molto più contagiosa. Diventerà dominante: è solo una questione di tempo”. L’accelerazione della campagna vaccinale si rivela quindi fondamentale. Intanto la diffusione della variante Delta fa paura anche in Italia, dove sono già stati individuati alcuni focolai: all’ospedale Cotugno di Napoli due pazienti sono stati ricoverati dopo aver contratto la nuova mutazione del Covid.

Variante Delta, due ricoverati all’ospedale Cotugno di Napoli

In un’intervista a Fanpage.it Rodolfo Punzi, direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’ospedale Cotugno, ha commentato la diffusione della variante Delta anche nel nostro Paese e ha descritto il quadro clinico dei pazienti ricoverati.

“La variante Delta è un virus che nella sua replica, nel suo moltiplicarsi commette degli errori, che vengono archiviati nel suo patrimonio genico, per cui nel suo RNA è diverso dagli altri.

Soprattutto nella acquisizione”, ha spiegato. Comparando l’ex variante indiana con quella inglese, il dottor Punzi ha aggiunto: “Per quelli che sono i dati che abbiamo oggi, non sembra più aggressivo dal punto di vista clinico. Quindi i quadri clinici non sembrano diversi, più mortali o più gravi rispetto ai quadri clinici che eravamo abituati a vedere con la variante inglese”.

Parlando dei due pazienti ricoverati nel suo ospedale, ha fatto sapere:Un paziente è in ricovero ordinario e un altro in ricovero subintensivo.

Nei prossimi mesi credo che la variante Delta prevarrà in termini numerici sulla variante inglese.

Variante Delta, due ricoverati all’ospedale Cotugno di Napoli: qual è il loro quadro clinico

Si tratta di un paziente giovane e uno anziano. “Il giovane è in condizioni cliniche molto discrete, il paziente più anziano ha una forma moderata – severa di malattia, con un quadro di insufficienza respiratoria acuta un po’ più impegnativo rispetto al paziente giovane”, ha aggiunto l’infettivologo.

Poi ha tenuto a sottolineare: Non sono vaccinati, sono due persone non coperte da protezione anticorpale”.

Variante Delta, due ricoveri all’ospedale Cotugno di Napoli: ancora importante la mascherina

Anche in Italia, come in altri Paesi europei, si avvicina il momento in cui si potrà togliere la mascherina all’aperto. A tal proposito, l’infettivologo dell’ospedale napoletano ha dichiarato: “In premessa direi che è sempre opportuno affidarsi al buonsenso dei nostri cittadini. Certamente negli ambienti chiusi non c’è dubbio che la mascherina vada tenuta ancora per qualche mese“.

Quindi ha precisato: “Nei luoghi aperti, lì dove c’è possibilità di distanziarsi, può essere non indossata. È chiaro che se creiamo degli assembramenti, riduciamo le distanze, allora in quel caso anche all’aria aperta conviene portare sempre una maschera in tasca per proteggersi”.

Contents.media
Ultima ora