×

Variante Delta, il governo del Regno Unito: “I contagi potrebbero salire a 100mila al giorno”

Il governo del Regno Unito si sta preoccupando per la variante Delta. I casi potrebbero salire, ma Boris Johnson ha scelto il "liberi tutti".

Boris Johnson

Il governo del Regno Unito si sta preoccupando per la variante Delta. I casi potrebbero salire, ma Boris Johnson ha scelto il “liberi tutti”. I contagi potrebbero presto risalire, come ha sottolineato il ministro della Sanità.

Variante Delta: le parole del ministro della Salute

La variante Delta sta facendo preoccupare tutto il mondo, compreso il Regno Unito, anche se sta compiendo delle scelte sicuramente rivoluzionarie rispetto ad altri Paesi. Il governo britannico sembra pronto a sfidare la prospettiva di arrivare a ben 100mila contagi al giorno, causati dalla variante Delta. Secondo le previsioni questo potrebbe accadere dopo il “liberi tutti” generalizzato che è stato annunciato da Boris Johnson, a partire dal 19 luglio. Sajid Javid, ministro della Sanità, ha voluto ribadire la stima che prova nei confronti di Boris Johnson, spiegando che già entro il 19 luglio i casi potrebbero salire a 50.000, per arrivare a fine estate a 100.000.

Variante Delta: la situazione

La variante Delta continua a diffondersi e ci sono ancora troppe dosi di vaccino che non vengono utilizzate. “L’Europa vuole lasciarsi alle spalle la pandemia. La buona notizia è che la campagna vaccinale è diventata un successo” ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. La donna ha aggiunto che la variante Delta si sta diffondendo e molte dosi del vaccino purtroppo non vengono usate, ma aumentando gli sforzi si possono ottenere effetti positivi.

Mentre il Regno Unito si prepara al “liberi tutti“, nonostante la possibilità di arrivare a 100mila contagi al giorno, in Russia è stato registrato un picco di morti, ovvero 737 in un solo giorno.

Variante Delta: il “liberi tutti” di Boris Johnson

Boris Johnson, premier britannico, ha annunciato che dal 19 luglio, che è stato chiamato “giorno della libertà“, potranno finalmente finire le restrizioni imposte dal governo per la pandemia. Non ci sarà più l’obbligo di indossare le mascherine, verrà eliminato il distanziamento sociale e non ci saranno più controlli all’ingresso dei locali.

Il momento di imparare a convivere con il virus è arrivato, per questo secondo il premier è giusto che scelgano i cittadini come comportarsi e non il governo. Il premier britannico si è mostrato molto fiducioso, nonostante il recente aumento dei contagi dovuto alla variante Delta.

Contents.media
Ultima ora