×

Variante Delta, in Gran Bretagna +46% contagi in una settimana ma i ricoveri restano bassi

La variante Delta del Covid-19 preoccupa e anche molto in Gran Bretagna. I numeri sono in continuo aumento: i nuovi dati.

Variante Delta preoccupa la Gran Bretagna

La variante Delta del Covid-19 continua a preoccupare in diversi Paesi tra cui emerge soprattutto la Gran Bretagna. Proprio nel Regno Unito questa nuova forma del Coronavirus ha iniziato a prendere largo. 

Variante Delta preoccupa il Regno Unito 

Secondo gli organi d’informazione locali la variante Delta rappresenterebbe il 99% dei contagi. Il Paese è intanto in attesa di ospitare nei prossimi giorni le semifinali e la finale di EURO 2020 in programma a Wembley di Londra.

Variante Delta nel Regno Unito, aumento dei contagi

I casi di Covid legati alla nuova mutazione del virus sono aumentate del 46% rispetto alla precedente settimana. Nella giornata di giovedì 1 luglio 2021 si sono registrati quasi 28mila casi nelle ultime 24 ore.

 I contagi sono in aumento, ma la campagna di vaccinazione nel Regno Unito sta comunque evitando di aumentare il numero delle persone ricoverate in ospedale.

Variante Delta nel Regno Unito, i dati 

Gran parte della popolazione britannica è stata infatti vaccinata con almeno una dose di AstraZeneca. La prima dose è stata somministrata infatti per una percentuale di persone pari all’85,2%. La seconda dose riguarda il 62,7% delle persone. 

Nel frattempo anche nel mondo correlato allo sport, durante la manifestazione di EURO 2020, risultano numerosi casi di Covid-19.

Sono oltre 2mila i tifosi della Scozia che sono risultati positivi al Coronavirus nel giro di 14 giorni dalla partita tra la propria Nazionale e l’Inghilterra. Questo è quanto indicato dalle stime delle autorità sanitarie locali della Public Health Scotland. Il calcolo è stato effettuato sui 32mila cittadini scozzesi identificati come positivi tra l’11 e il 28 giugno.

In questi ultimi periodi l’Oms ha mostrato grande preoccupazione per la decisione del governo britannico di allentare le restrizioni anti-Covid in vista delle semifinali e della finale di EURO 2020 previste allo stadio di Wembley. Il governo britannico vuole portare dal 25% al 75% la capienza massima complessiva dello stadio durante le ultime tre partite del campionato europeo.

Ciò vorrebbe dire circa 60mila spettatori presenti all’interno dello stadio londinese per assistere ai match. La situazione pandemica è in continua evoluzione e non si escludono possibili novità qualora le cose dovessero peggiorare: al momento si resta fermi sulla maggiore apertura degli stadi

Contents.media
Ultima ora