×

Variante Delta, si registra un focolaio anche in Sardegna

In Sardegna si registra un focolaio di variante Delta dopo una festa privata in locale dell'Oristanese. Il sindaco preoccupato: "Contagi in aumento".

variante delta sardegna

Preoccupa la variante Delta in Sardegna: a Ghilarza, nell’Oristanese, è scoppiato un focolaio in una festa privata tra giovani che ha portato alla quarantena di 11 persone. Il sindaco preoccupato: “Difficile fare il tracciamento. I contagiati potrebbero aumentare nei prossimi giorni”.

A Roma una trentina di giovani trovati positivi con febbre alta e mal di testa dopo un evento musicale.

Sardegna, focolaio di variante Delta dopo una festa privata

In Sardegna si registra un nuovo focolaio di variante Delta. C’è molta preoccupazione nel paese di Ghilarza, nell’Oristanese, dove una festa privata in un locale pubblico avrebbe scatenato la diffusione del contagio tra i giovani presenti all’evento.

Al momento ben 11 di quei giovani sono in attesa del tampone molecolare, ma ancora non si ha certezza sul numero effettivo dei contagi.

Stefano Licheri, il sindaco del paese, già prima del focolaio aveva preso provvedimenti restrittivi, invitando tutta la popolazione a indossare la mascherina anche all’aperto, tenere un rigoroso distanziamento fisico e la solita igienizzazione delle mani, ma pare che le norme siano state ignorate.

Variante Delta in Sardegna, la preoccupazione del sindaco

Alla luce di questi contagi, Licheri si mostra molto preoccupato: “Poiché alla festa hanno preso parte diverse decine di persone, residenti anche in altri paesi, il numero di possibili contagiati potrebbe essere molto elevato. La situazione risulta molto complessa e pericolosa a causa dell’impossibilità di seguire il tracciamento, in quanto i fatti risalgono a sei giorni fa e hanno coinvolto un numero molto elevato di giovani appartenenti a famiglie completamente slegate fra di loro“.

Focolaio di variante Delta, Roma prima della Sardegna

Purtroppo nelle ultime settimane la variante Delta del covid ha preso piede in quasi tutta Italia. Prima ancora dei monitoraggi in Sardegna e Sicilia, a Roma una trentina di ragazzi intorno ai 20 anni erano risultati positivi dopo aver partecipato a un evento musicale in un locale a fine giugno.

Al momento non si ha la certezza che si tratti della variante, ma data la velocità di diffusione le probabilità  rimangono alte.

Tra i contagiati anche una giovane che aveva già ricevuto entrambe le dosi del vaccino, e per questo motivo non ha accusato sintomi. Tutti gli altri hanno febbre alta, forte mal di testa, mal di gola.

Contents.media
Ultima ora