×

Vaccino Johnson&Johnson efficace contro la Variante Delta, anche a 8 mesi dall’inoculazione

Contro la variante Delta il vaccino Johnson&Johnson ha efficacia protettiva anche dopo 8 mesi dalla somministrazione.

Variante Delta vaccino Johnson&Johnson

Un po’ in tutto il mondo gli scienziati studiano quale possa essere la risposta dei vaccini covid attualemente approvati contro la variante Delta. Si cerca in particolar modo di capire se i vaccinati possono considerarsi al sicuro da questa nuova mutazione del virus che ha preso a circolare con grande impeto anche in Europa.

In riferimento al vaccino Johnson&Johnson, la casa produttrice ha diffuso un comunicato stampa nel quale si legge che il siero monodose ha un’elevata attività neutralizzante contro la variante Delta anche 8 mesi dopo l’inoculazione. A dimostrarlo ci sarebbero due studi in pre-stampa, uno dei quali verrà presto pubblicato su una rivista scientifica.

Variante Delta, la copertura del vaccino Johnson&Johnson

Nello specifico, nel primo dei due studi presentati in data 1 luglio a biorXiv, gli scienziati si sono occupati di testare “l’attività neutralizzante degli anticorpi di otto partecipanti vaccinati in seno studio di Fase 3 ENSEMBLE”. Le analisi effettuate hanno fatto emergere che l’attività anticorporale contro la variante Delta del vaccino Johnson&Johnson è addirittura più alta rispetto a quella che si era registrata contro la variante Beta, comunemente definita la mutazione del virus Sudafricana.

Il vaccino Johnson&Johnson protegge dalla variante Delta

Per quanto riguarda invece il secondo studio, questo è stato condotto dagli scienziati del Beth Israel Deaconess Medical Center coordinati dal professor Dan Barouch. Dall’attività svolta è emerso che sia la risposta anticorporale che cellulare indotta dal vaccino Johnson&Johnson persistono anche 8 mesi dopo l’unica inoculazione prevista. È stato inoltre riscontrata una forte produzione di cellule T, nello specifico cellule T CD8+, specializzate nella caccia e nella distruzione delle cellule infettate dal patogeno del virus.

Variante Delta: il vaccino Johnson&Johnson efficace dopo 8 mesi

Il professor Mathai Mammen, dirigente ricercatore presso Janssen Research & Development, sezione di Johnson&Johnson e responsabile della creazione del vaccino, si è così espresso sul tema: “I dati attuali su otto mesi mostrano che il vaccino COVID-19 a iniezione singola di Johnson & Johnson genera una forte risposta anticorpale neutralizzante che non diminuisce; piuttosto, osserviamo un miglioramento nel tempo. Inoltre – ha aggiunto – osserviamo una risposta immunitaria cellulare persistente e particolarmente robusta e duratura”. Anche Paul Stoffels, vicepresidente del comitato esecutivo e direttore scientifico di Johnson&Johnson, ha commentato gli esiti degli studi clinici condotti: “Riteniamo – ha concluso – che il nostro vaccino offra una protezione duratura contro la COVID-19 e susciti un’attività neutralizzante contro la variante Delta. Ciò si aggiunge al solido corpo di dati clinici che supportano la capacità del nostro vaccino a iniezione singola di proteggere da molteplici varianti di preoccupazione”.

Contents.media
Ultima ora