×

Variante Omicron era presente in Olanda una settimana prima della scoperta in Sudafrica

Variante Omicron individuata in Olanda in due campioni di prova prelevati il 19 e il 23 novembre, prima dell'arrivo di passeggeri dal Sudafrica.

variante Omicron Olanda

Si inasprisce il lockdown in Olanda, dove l’emergenza coronavirus è tornata a fare paura. Gli effetti della quarta ondata si fanno sentire con forza nel cuore del Vecchio Continente: dopo le difficoltà affrontate dal Regno Unito, la situazione appare critica in Germania, nei Paesi dell’Est Europa e in Olanda, dove il numero delle vittime è ancora troppo alto e i contagi raggiungono cifre da record.

Sotto pressione gli ospedali, che raccomandano di vaccinarsi contro il Covid-19. Ad aumentare i timori dei cittadini è la variante Omicron: la nuova mutazione del virus sarebbe stata individuata per la prima volta in Sudafrica, eppure nuove ricerche dimostrerebbero che era presente in Olanda con una settimana di anticipo rispetto alla sua scoperta nel continente africano.

Variante Omicron, aumentano i casi in Olanda

Aumentano i positivi alla variante Omicron tra i passeggeri del volo proveniente dal Sudafrica e atterrato in Olanda venerdì 26 novembre 2021.

Tuttavia, la nuova variante potrebbe essere trovata anche in altri soggetti. La mutazione, che risponde al nome di B.1.1.529, è stata isolata per la prima volta in Sudafrica e dai nuovi studi condotti nel Paese africano comporterebbe sintomi lievi. Tuttavia, due campioni di prova che presentano la variante dimostrerebbero che era presente in Olanda prima che venisse scoperta in Sudafrica.

Variante Omicron, presente in Olanda prima del Sudafrica

Stando alle ultime dichiarazioni fatte dalle autorità sanitarie olandesi, la variante Omicron era presente nel Paese una settimana prima rispetto a quanto stabilito dopo la sua individuazione in Sudafrica. Lo rende noto il quotidiano De Telegraaf. Al momento continua il tracciamento e proseguono i controlli per verificare la diffusione della nuova variante.

Omicron, infatti, sarebbe stata individuata in due campioni di prova prelevati il 19 e il 23 novembre.

Non è chiaro se si tratti di cittadini che hanno visitato il Sud dell’Africa. Quel che appare certo è che la variante era in Olanda prima dell’arrivo dei passeggeri contagiati lo scorso 26 novembre e provenienti dal Sudafrica.

Variante Omicron, la situazione in Olanda

Per contenere la diffusione del Covid l’Olanda è corsa ai ripari, introducendo nuove restrizioni in tutto il Paese.

Da domenica 28 novembre, infatti, tutti i locali e gli eventi restano chiusi dalle 17 alle 5 di mattina. Nella fascia indicata, inoltre, non è possibile praticare sport amatoriali.

Contents.media
Ultima ora