×

Variante Omicron, il paziente zero è guarito: “Sono salvo grazie ai vaccini, ora torno in Africa”

Primo positivo alla variante Omicron in Italia, il cosiddetto paziente zero è guarito dal Covid e ha raccontato il decorso del contagio. 

paziente zero omicron guarito

Il cosiddetto paziente zero della variante Omicron in Italia, il dipendente Eni risultato positivo dopo un viaggio nell’Africa meridionale, è guarito dal Covid e ha ribadito l’importanza della vaccinazione che ha permesso a lui e alla sua famiglia di contrarre la malattia in forma lieve.

Paziente zero della variante Omicron guarito

Intervistato da Repubblica, Gianfranco Importuna ha raccontato il decorso del contagio e si è detto pronto a riprendere la propria vita e a tornare in Africa. Risultato positivo alla mutazione sudaficana il 16 novembre dopo una visita di controllo effettuata a Milano così come tutti i familiari conviventi con lui, ha raccontato che “siamo stati sereni fin dall’inizio perché eravamo vaccinati e confidavamo che non saremmo finiti in ospedale“.

Dato che molti casi sono partiti senza sintomi per poi aggravarsi durante il decorso della malattia, il manager non ha nascosto di aver avuto quel timore soprattutto per sua suocera e sua madre. Fortunatamente ciò non è accaduto “e quindi voglio ribadire l’importanza della vaccinazione che è quell’ancora di salvezza a cui ti aggrappi“. Rispetto a chi ha contratto il virus due anni fa, ha ribadito, si è sentito fortunato perché in possesso di una scialuppa di salvataggio.

Paziente zero della variante Omicron guarito: “Pronto a tornare in Africa”

Risultato finalmente negativo dopo una serie di tamponi, ora Gianfranco è pronto a tornare all’estero a lavorare per la sua azienda che gli è stata sempre vicina e anche il resto della sua famiglia si trasferirà fuori dall’Italia. “Non riuscirei a stare in un solo posto. Per me la vita è girare il mondo, conoscere persone, vivere esperienze e arricchirsi culturalmente entrando in contatto con altri popoli e non riuscirei a rinunciarvi“, ha concluso.

Contents.media
Ultima ora