×

Variante Omicron, Mantovani: “La lezione è che dobbiamo vaccinarci tutti, dobbiamo vaccinare il mondo”

Parla l'mmunologo Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Humanitas, sulla notizia dei primi casi in Europa della variante Omicron.

Variante Omicron, allarme per i boom di contagi: per Mantovani così si vaccineranno tutti

Primi casi anche in Europa della variante Omicron. A parlare di questa situazione che sta gettando nuova preoccupazione nel mondo è l’immunologo Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Humanitas, ospite questa mattina su Rai Radio1 a Sabato Anch’io.

Variante Omicron, Mantovani: “Dobbiamo vaccinare il mondo”

“La lezione che deriva dalla variante Omicron è che dobbiamo vaccinarci contro Covid-19, vaccinare i bambini e vaccinare il mondo. Finché il virus circola saremo sotto scacco”. 

Stando alla sua posizione, chiudere le frontiere e impedire i voli da una manciata di Paesi africani non basta:

“É una misura temporanea che ci consente di capire la situazione. A lungo andare non è chiudendoci che risolveremo la situazione. La liberalizzazione dei brevetti è tema su cui ci sono opinioni diverse. È importante in questo momento condividere la capacità di produrre. L’Unione Europea anche grazie al nostro primo ministro sta iniziando a sostenere la costruzione di impianti in Paesi africani”.

Variante Omicron, Mantovani: “Vacciniamo anche i più piccoli”

Mantovani volge lo sguardo anche ai più piccoli:

“Per il bene dei bambini io penso sia importante vaccinarli contro il Covid-19. È vero che la malattia li colpisce più raramente ma si ammalano. I vantaggi superano i rischi”.

Variante Omicron, Mantovani: “Dobbiamo fermare il virus”

Inoltre, l’immunologo ha ricordato che nella lotta contro il Covid abbiamo già più armi per sconfiggerlo, basta solo utilizzarle:

 “Innanzitutto curiamo meglio, abbiamo più armi. I vaccini sono la nostra cintura di sicurezza. Non credo che potremo eliminare il virus ma potremo conviverci. Più il virus corre, più si replica, più genera varianti. Le varianti sono nate nei Paesi poveri. Allora noi dobbiamo condividere i vaccini. Dobbiamo fermare il virus”.

Contents.media
Ultima ora