×

Variante Omicron, sintomi leggeri i tra i giovani ma possibili forme severe in anziani non vaccinati

Quali potrebbero essere i sintomi della variante Omicron tenendo conto dei pazienti sudafricani risultati positivi?

variante omicron sintomi

Mentre sono in corso gli studi sulla variante Omicron, che permetteranno di capire le peculiarità della nuova mutazione del Covid in termini di contagiosità ed elusione dei vaccini, gli esperti hanno iniziato ad ipotizzare quali potrebbero essere i suoi sintomi sulla base di quanto accaduto ai pazienti positivi.

Variante Omicron sintomi leggeri tra i giovani

A dare il via alle ipotesi è stata la presidente della Associazione dei medici del Sudafrica Angelique Coetzee, la quale ha reso noto di aver riscontrato nei suoi pazienti una malattia leggera con sintomi come dolori muscolari, affaticamento e malessere di un giorno o due. “Finora, abbiamo notato che chi viene contagiato non patisce la perdita di gusto o olfatto. Può avere una tosse leggera ma non ci sono sintomi rilevanti“, ha aggiunto.

Va però considerato che i pazienti da lei visitati erano soprattutto giovani uomini, in buona salute, che si presentavano con una stanchezza estrema. Tra di essi c’era anche una bambina di circa sei anni arrivata nella sua clinica con un battito cardiaco molto accelerato e la febbre che due giorni dopo stava molto meglio. “Non sto dicendo che non ci saranno persone che si ammaleranno seriamente, ma solo che per il momento anche i pazienti che abbiamo visto, e che non erano vaccinati, avevano sintomi leggeri“, ha sottolineato l’esperta.

Variante Omicron, ipotesi sintomi più gravi in anziani non vaccinati

Il punto è infatti “cosa può accadere quando persone più anziane, o non vaccinate, vengono contagiate dalla nuova variante“. Se un individuo anziano o fragile non immunizzato la contrae, ha spiegato, “potremo vedere molte persone con forme severe di Covid“.

Ciò lascia intuire che in pazienti giovani, sani e in gran parte vaccinati, come quelli che si sono recati da lei, i sintomi scatenati dalla mutazione non sono particolarmente gravi (dolori, malessere generale, senso di stanchezza, tosse, febbre).

Cosa diversa potrebbe invece accadere in soggetti con età più avanzata e non vaccinati. Per valutare ciò occorrerà però del tempo e spostarsi in altri paesi, dato che in Sudafrica soltanto il 6% ha più di 65 anni (in Italia la percentuale è oltre il 22%).

Contents.media
Ultima ora