×

Le vecchie bustine di tè: 10 modi per utilizzarle

Le vecchie bustine del tè: i dieci utilizzi per non buttarle via e trarne dei benefici ed altri consigli utili per la pelle e per la casa (vetri ed altri parti). Sono anche ecologici.

Tè
Tazza e bustina di tè

E’ un peccato buttare le vecchie bustine di tè: ecco 10 modi per utilizzarle.

PULIZIA DEI VETRI

Pulizia finestre

Si tagli un sacchetto di tè ancora umido, lo si avvolga in un panno e lo si usi come strofinaccio. Poi si asciughi la superficie di vetro (specchi, finestre ecc.) con un altro panno.

COMPOSTAGGIO

Si possono usare le bustine di tè anche nel secchio del compostaggio, usando magari due o tre tazzine di tè molto forte.

CONCIME

Le bustine di tè possono servire per le piante per breve tempo, interrandole dopo aver tolto le graffette metalliche.

VERRUCHE

Le bustine di tè usate, possono essere utili anche per la salute, in particolare contro le verruche. Come? Con degli impacchi di tè verde. Si tratta di un rimedio efficacissimo, i cui benefici si possono sentire anche il giorno successivo all’applicazione.

Riciclico

CONTRO GLI ODORI

Si metta ciò che rimane in una bustina di tè usata sui tessuti, lo si lasci per circa 10 minuti e si aspiri.

Tè per pavimenti

PER LE MANI

Se magari avete cucinato e avete le mani che puzzano, per esempio di cipolla o pesce, passatele con una bustina asciutta.

Utilizzo del tè

COME BAGNOSCHIUMA

Dati gli antiossidanti che contiene per esempio il tè verde, si possono utilizzare le sue bustine usate per l’acqua del bagno per ammorbidire la pelle. Si possono combinare all’aroma terapia.

CONTRO IL MAL DI DENTI

Si inumidisca una bustina e la si metta sulla parte che fa male. Si possono usare anche le bustine di camomilla o salvia.

CONTRO I LIVIDI E LE PICCOLE CONTUSIONI

Anche in questi casi la bustina di tè usata deve essere umida. Questo rimedio può essere usato pure per le punture di zanzara e le scottature.

PER RIMARGINARE LE FERITE

Altro utilizzo

Per finire, possiamo conservare le bustine di tè – in particolare quello scuro – anche per applicarli, perchè no, su piccoli tagli e ferite. Si può fare lo stesso uso delle bustine di camomilla. Utilizzi ecologici e pratici a cui magari non avevamo mai pensato, ma molto efficaci per le nostre necessità.

ALTRI USI

I modi per impiegare le bustine usate di tè non sono però finiti qui: si possono utilizzare infatti contro il gonfiore e la stanchezza degli occhi – applicare le bustine mentre si riposa, dopo averle imbevute di acqua fredda anche nel frigorifero -, contro la sudorazione dei piedi – tenere a bagno per un quarto d’ora -, per fermare le emorragie dei tagli da rasoio e proteggere la pelle, contro l’acne – tenere per 10 o 15 minuti -, far guarire più rapidamente le ferite in bocca, i lividi – tenere per 20 minuti e ripetere possibilmente più volte al giorno -, per avere un alito fresco – sciacqui tutti i giorni dopo i pasti – e per lavare i piatti, come alternativa ai saponi e ai detergenti – magari perchè si è allergici ad essi -. Le bustine di tè usate vanno bene anche per pulire da sporco e grasso i pavimenti, i piani da lavoro, la cucina e i mobili in legno. Si badi bene, però, di asciugare tutto alla fine, altrimenti rimane il colore del tè sulla superficie o sulla pelle.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche