×

In vendita il palazzo della Principessa Sissi per 1,2 milioni di euro

È stato messo in vendita il palazzo dove dimorò la Principessa Sissi: ora è un hotel dimesso, che può essere acquistato al prezzo di 1,2 milioni di euro

sissi

Della grandezza e del fasto di un tempo non è rimasto granché. Eppure, tra un muro sgretolato e una porta semi divelta, l’ex hotel Carol continua a esercitare il suo fascino. L’albergo si trova a Baile Herculane, piccola città rumena al confine con la Serbia. Un fascino antico lo lega alla leggendaria figura della Principessa Sissi, alias Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, duchessa di Baviera e imperatrice d’Austria tra il 1854 e il 1898. Fu lei che, d’accordo con il marito Francesco Giuseppe, fece costruire l’edificio, un meraviglioso palazzo diventato poi l’hotel termale Trajano e nel 1869 trasformatosi nell’hotel Carol.

sissi_01

L’edificio fu di proprietà della famiglia reale austriaca fino al 1919. Oggi lo stabile è sicuramente bisognoso di una profonda ristrutturazione. Si trova in vendita alla non modica cifra di 1 milione e duecentomila euro. Il costo è piuttosto elevato, certo, ma non sarà troppo per qualche romantico e danaroso fan della mitica Sissi. La principessa ebbe grande risalto nell’opinione pubblica e fu interpretata al cinema dalla bellissima Romy Schneider in una serie di film molto popolari.

Dopo la fine della lunga e prestigiosa parentesi alberghiera, a parte la sua illustre storia, per il palazzo della Principessa Sissi c’è quindi ora spazio solo per un inesorabile declino. L’immobile resta ancora appetibile, anche e soprattutto per le sue dimensioni e i suoi numeri.

Si parla di 75.000 metri quadrati di estensione e oltre 70 camere. Chi possiede un milione e rotti da spendere, insomma, ci può fare un pensierino.

Sissi: la principessa ossessionata dal culto della bellezza

Ossessionata dal culto della propria bellezza, la Principessa Sissi dedicava tutte le proprie energie a conservarsi giovane, bella e magra. Per questo motivo, negli anni settanta e ottanta gli impegni di corte non trovavano spazio nella giornata dell’imperatrice d’Austria.

800px-Empress_Elisabeth_of_Austria_in_dancing-dress,_1865,_Franz_Xaver_Winterhalter

Secondo le cronache, Elisabetta era alta 1 metro e 72 e pesava 50 chili. Aveva capelli castani folti e molto lunghi, che quando erano sciolti le arrivavano alle caviglie. Le servivano quasi tre ore al giorno per vestirsi, poiché gli abiti le venivano quasi sempre cuciti addosso. In questo modo riusciva a far risaltare al massimo la snellezza del proprio corpo. La sola allacciatura del busto, per il noto vitino da vespa, richiedeva spesso un’ora di sforzi.

I suoi capelli venivano lavati ogni tre settimane con una mistura di cognac e più di trenta uova! La procedura necessitava di un’intera giornata, durante la quale l’imperatrice non voleva essere disturbata per nulla al mondo. Altre tre ore ogni giorno erano dedicate ai capelli, che venivano intrecciati da Fanny Angerer, ex parrucchiera del Burgtheater di Vienna. La professionista era stata richiesta espressamente dall’imperatrice. Una delle sue creazioni più conosciute fu l’acconciatura a “corona”, con grandi trecce raccolte sopra la nuca. Essa sarebbe poi divenuta il simbolo di riconoscimento della Principessa Sissi, che venne imitata da molte altre aristocratiche del tempo.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche