Vertice Coree, storica stretta di mano tra i due leader
Vertice Coree, storica stretta di mano tra i due leader
Prima Pagina

Vertice Coree, storica stretta di mano tra i due leader

Kim

Al via i colloqui tra le due

Il presidente sudcoreano Moon Jea-in e quello nordcoreano Kim Jong-un, proprio nella mattinata di oggi, 27 Aprile, secondo l’ora italiana, si incontreranno per trovare degli accordi su tematiche che hanno da sempre contrapposto le due Coree.

Una nuova pace

I negoziati andranno avanti per tutta la giornata di oggi, tra i temi caldi trattati: denuclearizzazione, migliori relazioni tra il Nord e il Sud della penisola e cercare di stabilire una pace permanente.

La notizia sullo storico incontro e le rivelazioni sui contenuti del summit erano stati anticipati, nella giornata d’ieri, 26 Aprile, dal portavoce presidenziale Yoon Young-chan in un colloquio con i giornalisti, trasmesso dalla rete televisiva Arirang Tv.

Corea

La scena più emblematica, di questa riunione, è la stretta di mano scambiata dai due leader; la scena si è svolta alle 9.30, ora coreana e 2.30 ora italiana, sulla linea di demarcazione del villaggio di Panmunjom.

Oltre ai due leader, anche le due first lady, Ri Sol-ju, della nordcorea e Kim Jung-sook, della sudcorea saranno presenti all’incontro.

I due leader, Moon Jea-in e Kim Jong-un, già in passato, si erano incontrati: nel 2000 e nel 2007, ma gli animi e le atmosfere erano completamente diverse.

La visita tra i due presidenti è interpretata in maniera positiva perché potrebbe essere una vera svolta nella storia, dei due paesi, che metterebbe fine al periodo di alta tensione tra le due Coree, aprendo un nuovo capitolo caratterizzato dalla distensione e dalla pace. In particolare anche la Casa Bianca auspica, come riportato dall’ANSA, un miglioramento dei rapporti tra Seul e Pyongyang: “speriamo che i colloqui facciamo progressi verso un futuro di pace e prosperità per l’intera penisola coreana“. Il summit per una futura distensione è stato accolto positivamente anche dal vicino Giappone, a rivelarlo è stato il capo di Gabinetto Yoshihide Suga.

I funzionari giapponesi hanno riferito anche che le trattative e gli accordi diplomatici tra Tokyo e Seul procedono, soprattutto per decidere le politiche da impiegare nei confronti della Nord Corea. Il ministro degli esteri giapponese Taro Kono si recherà infatti in Corea del Sud all’inizio del mese di Maggio per parlare con il suo collega, Kang Kyung Wha, dei risultati raggiunti nell’incontro di oggi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche