×

Via le baracche da corso Indipendenza: parte la riqualificazione

Condividi su Facebook

Dopo tanti tentennamenti, ordini e contrordini dovrebbe partire la riqaulificazione di corso indipendenza. L’Amsa e la polizia sono intervenute lo scorso lunedì per abbattere i prefrabbricati del viale che porta all’aereoporto, costruite in via provvisoria nel lontano 1989 per ospitare, nei giardini al centro del viale, i negozianti sfollati dal palazzo comunale di piazzale Dateo.

Con gli anni quelle baracche di lamiera bianca sono diventate il rifugio di clochard e senza tetto e la zona versava in grave stato di abbandono, quindi, da marzo, quando ha chiuso l’ultimo negoziante, l’area era divenuta una discarica a cielo aperto a pochi passi dal centro di Milano.

«Con questo intervento – commenta il vice sindaco Riccardo De Corato – l’amministrazione comunale ha messo fine ad una situazione di degrado che andava avanti ormai da tempo e che interessava un’area verde centrale come i giardini di corso Indipendenza.

Un’area di cui le famiglie potranno finalmente riappropriarsi serenamente e in sicurezza».

Spendiamo qualche riga anche per la «Fontana a Pinocchio» di Attilio Fagioli, realizzata nel1956 e pensata proprio per essere al centro di un parco giochi destinato ai bambini. La fontana è rimasta nel degrado tutto questo periodo, tanto che in pochi sapevano della sua esistenza. Speriamo vivamente che sia compresa nella riqualificazione urbana di Milano in vista dell’Expo 2015.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche