×

Vacanza low cost: viaggi in Spagna a soli 105 euro

Sembra un sogno, ma non è impossibile viaggiare e spendere poco. Con una minuziosa organizzazione dei dettagli, i vostri desideri potranno essere esauditi.

Spagna

Il regno spagnolo è meta ambita da numerosi turisti, il suo nome è sinonimo di storia e di bellezze architettoniche che si dislocano sia nei villaggi che nelle città. Per godere della sua terra latina possiamo sfruttare il vantaggio del suo esser meta abbastanza economica.

La Spagna è perfetta per chi cerca una vacanza low cost.

Per prima cosa bisogna organizzarsi con largo anticipo, spulciando sui siti delle più famose compagnie aeree a basso costo, tra cui Easyjet e Ryanair. In alternativa ci sono i motori di ricerca come Edreams e Volagratis che permettono un ottimo confronto del prezzario aereo. Qualcuno baciato dalla fortuna è partito dall’Italia, spendendo meno di 50 euro, ed è arrivato gongolando dall’altra parte.

Spagna

Bisogna puntare sulle città più gettonate, in modo che abbiate una buona disponibilità di date e possiate contare su sconti extra. Fatto questo, dovete scegliere dove dormire: i giovani possono alloggiare in qualche ostello con formula posto letto in dormitorio misto o differenziato secondo il sesso. Di norma il prezzo base è di 17 euro e sale solo se si aggiungono altri comfort, con un po’ di pazienza si trova altro anche a meno.

Le coppie potrebbero optare per una stanza in qualche b&b, dividendo la spesa in due per ogni notte che si è deciso di sostare, si ammortizza il costo e si risparmeria ulteriormente. Inoltre contate di effettuare soggiorni che non ricoprino l’alta stagione, poichè non solo spenderete di meno, ma potete trattare ulteriormente il prezzo della camera.

Per chi gode di sano spirito d’avventura può orientarsi verso il campeggio in tenda.

Munendovi di scarpette comode per escursioni nell’entroterra, spirito di adattamento perchè dovete considerare di lavarvi con le docce disponibili in spiaggia o riempendo bottigliette da fontanelle pubbliche. I pochi coraggiosi che si sono immersi in tale esperienza hanno dormito in casette abbandonate da pescatori, sfruttando le sorgenti delle risorgive.

Una tecnica di risparmio innovativa, è il couchsurfing.

Un progetto nato nel 2003 che permette di trovare persone online che offrono ospitalità a chi è alla ricerca di posti dove alloggiare. I tempi e le modalità in termini delle ospitalità sono decisi tipicamente da 2 mesi prima fino a richieste last-minute. Esistono, difatti, gruppi specializzati nella ricerca di ospitalità all’ultimo minuto. Non vi è alcuno scambio monetario tra ospite e ospitante, eccetto per compensare gli extra. E’ solito inoltre che gli ospiti donino qualcosa per ricambiare o si dilettino in attività di casa, come quelle culinarie.

Dunque potete dare un’occhiata al sito ufficiale e farvi un’idea più approfondita del meccanismo e delle altre questioni formali.

Couchsurfing

Ma ora passiamo all’aspetto gastronomico: ci sono numerosi fast food in cui troverete prodotti che partono da 1 euro. Per i palati più esigenti c’è la possibilità di sorseggiare vino locale accompagnato da fritture di pesce take away, in luoghi anche lontani dal mare.

Per muovervi in città potete scegliere di fare lunghe passeggiate, intervallate da soste, vi godrete non solo pienamente ciò che vi circonda, ma avrete più possibilità di conoscere persone del posto. E chissà magari vi invita a cena!

Ora non vi resta che preparare il vostro zaino infilarci l’essenziale che vi occorre, stampare il biglietto che avete gia prenotato, lasciarvi pervadere dell’adrenalina corporea e godervi il viaggio. Si parte!

Leggi anche