Giappone, polizia identifica piromane Kyoto ma dubbi su movente
Video

Giappone, polizia identifica piromane Kyoto ma dubbi su movente

Tokyo, 19 lug. (askanews) – È in custodia in ospedale l’uomo che ha fatto irruzione nello studio della Kyoto animation in Giappone appiccando il fuoco e provocando un incendio che ha ucciso 33 persone; una quarantina i feriti, compreso l’attentatore. Resta ancora oscuro il movente del gesto, ci sono solo alcuni testimoni che riferiscono di aver sentito l’uomo attaccare la compagnia di animazione per aver rubato le sue idee.

L’amministratore delegato della Kyoto Animation, Hideaki Hatta, ha dichiarato che la compagnia aveva recentemente ricevuto email con minacce di morte ma non è ancora chiaro se siano collegate all’attacco. “Questi giovani che disegnavano e promuovevano l’animazione giapponese all’estero sono state uccise senza una ragione da una sola persona, è incredibile”, racconta una donna che abita nel quartiere della tragedia.

Intanto una raccolta fondi per le famiglie delle vittime ha già superato il milione di dollari.

© Riproduzione riservata