×

Mattarella-Steinmeier sui migranti: “Germania disponibile ad accogliere”

Sergio Mattarella ha ricevuto il Presidente della Repubblica federale di Germania Steinmeier. Tra i temi trattati, anche quello dei migranti.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato il Presidente della Repubblica federale di Germania Frank Walter Steinmeier. Tra i temi caldi anche quello dell’accoglienza dei migranti.

Mattarella e Steinmeier: i rapporti con la Germania

Il Presidente della Repubblica federale di Germania, Frank Walter Steinmeier, è stato in visita in Italia e ha incontrato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Le relazioni tra Germania e Italia è al massimo dell’eccellenza, con una piena condivisione su tutti i dossier”, ha affermato Mattarella. Il capo dello Stato ha poi aggiunto: “È interesse dell’Italia sviluppare in tutti i modi accanto a questi due pilastri di politica estera, l’Unione europea e l’Alleanza Atlantica, la Germania la collaborazione sotto ogni profilo“.

“La Germania è il nostro partner principale, con un interscambio di 130 miliardi di euro ha proseguito Mattarella – non tutti sanno che ad esempio il volume del commercio tra la Germania e la nostra Lombardia è maggiore di quello che avviene tra la Germania e il Giappone. L’interscambio che la Germania ha con il nostro Veneto è maggiore di quello che ha con il Brasile”.

La questione migranti

Tra i tanti temi scottanti sono stati trattati anche quello dei migranti e della Libia: “Abbiamo parlato di immigrazione naturalmente e ho ringraziato il presidente Steinmeier per la disponibilità della Germania ad accogliere migranti. Vorrei soltanto ricordare quello che riguarda la Libia. Noi siamo molto contenti che la Germania abbia assunto l’iniziativa di una conferenza internazionale a Berlino nel mese di ottobre”.

Prima di incontrare il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Steinmeier ha elogiato la prospettiva europeista del premier italiano: “L’Unione europea e la Germania hanno bisogno di un’Italia che dica un sì incondizionato all’Europa. Che dia un contributo attivissimo alla nostra Europa, perciò sono molto felice che il presidente del Consiglio Conte voglia assumere di nuovo questo ruolo europeista dell’Italia”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300