×

Guerra in Siria, Trump abbandona i curdi: il video del discorso

Sul confine tra Siria e Turchia continuano i raid dell'esercito di Erdogan contro i curdi, lasciati ora soli a causa del ritiro delle truppe americane.

Allo scoppio della guerra in Siria, il presidente americano Donald Trump ha spiegato la decisione di rimuovere le truppe statunitensi in difesa dei curdi dal confine con la Turchia.

Guerra in Siria: Trump abbandona i curdi

Il tycoon ha risposto alle critiche ricevute in seguito alla decisione di ritirare i suoi soldati posti a sostegno dell’esercito curdo. I turchi stanno sottoponendo a terrificanti raid la popolazione curda, in lotta per difendere i propri territori. Trump giustifica la sua scelta rivendicando antichi dissapori: il mancato aiuto curdo agli americani durante la Seconda Guerra Mondiale.

Non solo: i curdi “non ci hanno aiutato in Normandia, per esempio“, aggiunge il presidente. In ogni caso, la ritirata dell’esercito statunitense ha permesso una facile offensiva delle milizie di Ankara contro il popolo curdo. Eppure, Trump sembra dimenticare il fondamentale appoggio garantito dai curdi nella battaglia contro l’Isis, per la quale il gruppo etnico dell’Asia occidentale lasciò 11mila vittime.

Il presidente degli Usa sottolinea l’enorme mole di denaro investita per aiutare i curdi, ora lasciati soli contro le offensive di Erdogan. Tuttavia, Trump ribadisce: “Stanno combattendo per la loro Terra“, non importa che lo facciano al fianco degli Stati Uniti.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300