×

A Milano Forum annuale GS1, l’associazione dei codice a barre

Milano, 15 ott. (askanews) – Conosciute come quelle del codice a barre, le 48 società che in Europa rappresentano questo attività, diffusa in 150 paesi a livello globale, si sono date appuntamento a Milano per il meeting annuale, il GS1 in Europe Regional Forum, organizzato dall’omonima Associazione per la prima volta in Italia. Francois Deprey, presidente di GS1 in Europe: “Il tema principale è che ci sono molti paesi con diversi livelli diversi di implementazione di GS1. Quindi è molto importante mettere tutti sullo stesso piano e prendere spunto dalle best practices dei singoli paesi con l’obiettivo di condividere le nostre esperienze e soddisfare le esigenze dei consumatori”.

Considerata una della 50 cose che hanno reso l’economia globale, il codice a barre trova applicazione in diversi ambiti. Grazie alla tracciabilità, è possibile verificare lo stato di conservazione di merci e prodotti, combattere la contraffazione, analizzare dati e canali di vendita e contribuire allo sviluppo dell’economia circolare, potendo monitorare tutto il ciclo di vita dei beni. Alessandro D’Este presidente GS1 Italy e presidente e Ad di Ferrero: “Un argomento che riguarda tutti quanti insieme è la sostenibilità. Il rendere la catena del valore molto simile alla catena dei prodotti e portare valore al consumatore attraverso efficienze e il miglioramento dell’impatto sull’ambiente”.

GS1 Italy, è un’associazione senza scopo di lucro che riunisce 35 mila imprese di beni di largo consumo,in crescita del 9% rispetto allo scorso, in prevalenza food and beverage. Bruno Aceto Ad di GS1 Italy: “Il settore prevalente è stato quello del retail e del largo consumo, quindi tradizionalmente del mondo alimentare, per poi muovere nel corso degli anni anche in altri settori. Tipicamente il settore dove abbiamo avuto più successo, e dove gli standard sono stati enormemente apprezzati anche per l’impatto che hanno sulla sicurezza del paziente, è stato il settore dell’Health Care, il settore sanitario”.

Il Forum è rivolto a manager, Associazioni di categoria e imprese che vedono nell’utilizzo del codice a barre un mezzo per far crescere il proprio business, ottimizzando il rapporto con i fornitori e la relazione Industria-Distribuzione-Consumatore, anche attraverso l’utilizzo dei nuovi media. Antonio Casanova ceo Unilever: “Penso che uno standard europeo e globale che permetta la tracciabilità delle merci per le imprese e per i consumatori sia un valore immenso oggi, ma soprattutto in futuro”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000