×

Catalogna, continuano gli scontri tra manifestanti e polizia: il video

La Catalogna è afflitta dagli scontri tra la polizia e gli indipendentisti in protesta contro le pesanti condanne indirizzate ai nove leader catalani.

In Catalogna non si placano gli scontri tra polizia e manifestanti. A Barcellona e in altri territori della comunità autonoma spagnola le proteste continuano.

Catalogna, ancora scontri tra manifestanti e polizia

Notti di tensione imperversano nel territorio catalano, dove gli scontri tra indipendentisti e forze dell’ordine hanno provocato almeno 41 feriti. Il motivo delle proteste è sempre la condanna inflitta ai nove leader della Catalogna, su cui pende l’accusa di sedizione per aver ricoperto un ruolo di primo piano nell’istituzione del referendum per l’indipendenza tenutosi nel 2017. Le pene inflitte variano dai nove ai tredici anni.

Un minorenne è stato investito durante gli scontri. Il giovane ha riportato un trauma cranico e si trova in ospedale per gli accertamenti sulla gravità. Per quanto riguara la distribuzione dei feriti in cura, Tarragona, Sallent e Sils ne ospitano uno a testa, due si trovano a Manresa, tre a Lleida, cinque a Girona e ben ventotto a Barcellona.

Quim Torra, presidente regionale catalano, è intervenuto alla vigilia della terza notte consecutiva di scontri, invitando alla calma. Torra ha ribadito la condotta non violenta del movimento indipendentista, che ha sempre condannato l’uso della forza e della prepotenza. “Non è possibile consentire gli incidenti che stiamo vedendo nelle strade del nostro Paese“, ha concluso il presidente.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000