×

Festa di Roma, “Il ladro di giorni”: un road movie di sentimenti

Roma, 21 ott. (askanews) – Un padre e un figlio che il destino ha separato per anni; devono imparare a conoscersi e a ricostuire un rapporto durante un breve viaggio on the road, attraverso ricordi, paure, esperienze e segreti. E’ “Il ladro di giorni” di Guido Lombardi, primo italiano presentato nella selezione ufficiale alla Festa del cinema di Roma, con protagonisti Riccardo Scamarcio e il giovanissimo Augusto Zazzaro. Un film in cui si parla di vendetta ma soprattutto di sentimenti e delle difficoltà di un bambino nel fidarsi di una figura paterna a lungo assente.

Lombardi ha già pubblicato con Feltrinelli l’omonimo romanzo, ma ha spiegato che la scrittura della sceneggiatura e del libro sono andate in parallelo, sono due opere diverse ma complementari, con diverso punto di vista: “La storia del romanzo è raccontata da un bambino, con tutte le sue riflessioni, un bambino che scopre il mondo e un padre diverso da come lo ricordava; nel film ho voluto dedicare meno spazio possibile al dialogo e alla riflessione per raccontare l’evolversi del rapporto e dei sentimenti di padre e figlio attraverso l’azione”.

Nel film Scamarcio è Vincenzo, arrestato davanti al piccolo Salvo; uscito di galera dopo sette anni, va a riperndersi il figlio che vive al Nord con gli zii per trascorrere del tempo insieme e lo porta con se’ fino a Bari, con l’idea, anche, di vendicarsi del “ladro di giorni”, l’uomo che lo ha tradito e gli ha rubato anni della sua vita lontano dal figlio.

Scamarcio: “In realtà ha un piano, fare un ultimo colpo per poi mettere da parte i soldi e ricostruirsi una vita, è la storia di questo rapporto padre-figlio, un amore un po’ sconosciuto per entrambi che avrà modo di venire fuori”. “Attraverso gli occhi del bambino capiamo la sperdutezza di quest’uomo che pensa di aver capito tutto e invece forse non ha capito niente”.

Lombardi voleva portare al cinema una storia semplice, di sentimenti, tra un padre e un figlio: “Cercano di scoprirsi come se fosse una storia d’amore in cui all’inizio si è diffidenti verso l’altro e si deve trovare il coraggio di tuffarsi nel vuoto quando si decide di amare qualcuno”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000