×

Guccini canta Natale a Pavana. “Ma non tornerò sul palco”

Milano, 18 nov. (askanews) – La prima canzone di Note di viaggio è un regalo per i suoi fan che potranno riascoltare la sua voce interpretare un inedito: Natale a Pavana. Francesco Guccini è tornato a registrare un nuovo brano che apre la raccolta di alcuni dei suoi successi più grandi cantati da nomi come Elisa, Ligabue, Malika Ayane, Samuele Bersani e Mauro Pagani, alla sua prima collaborazione con il Maestro che avverte: non tornerò a cantare:

“Non sono Aznavour che a 90 anni saltellava. Ottant’anni prossimo giugno sono tanti, per cui ho deciso di smettere. Ho cantato una canzone intera. Adesso scrivo sono contento ed è quello che volevo fare da grande lo scrittore”.

Ogni tanto confessa di cantare con gli amici o al mattino al risveglio si cimenta in un repertorio accumulatosi negli anni. Ma di tornare a calcare i palchi, quello no. Per cui occorrerà accontentarsi di questa poesia, densa di nostalgia, che il Maestro aveva scritto e messo in un cassetto tempo addietro e che Mauro Pagani, regista di tutta la raccolta, è riuscito a fargli tirar fuori: “Non avevo intenzione di fare una canzone, ma Mauro mi diceva mandami un qualunque testo, e c’era una poesia in dialetto pavanese ormai scomparso ma mauro l’ha adattata e musicata in maniera egregia e l’ho cantata”

La raccolta, che è solo il primo capitolo di un progetto che avrà sicuramente un seguito e forse un nuovo inedito, comprende 11 canzoni storiche di Guccini, da Auschwitz intrepretato da Elisa a Incontro con la voce di Ligabue, passando per Vorrei con Brunori Sas. L’avvelenata, che aveva troppi pretendenti, se l’è tenuta Pagani con Manuel Agnelli: “Scegliere i pezzi è stato un gran lavoro mio e della Bmg, cosa scegliere tra 2-300 canzoni e a chi non è facile. Poi dopo la prima selezione, in cinque minuti è stato tutto chiaro”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000