×

Fisco: norme in ritardo sui cambiamenti tecnologici delle imprese

Milano, 22 nov. (askanews) – Per la prima volta i rappresentati più autorevoli dei commercialisti, dell’Agenzia delle Entrate, della Guardia di Finanza e delle Università hanno discusso insieme, allo stesso tavolo, sulle ultime novità normative in tema fiscale, soprattutto riguardo ai rapporti sovranazionali tra imprese e sull’impatto delle nuove tecnologie sulle attività di business e di gestione delle aziende

Guido Beltrame, consigliere delegato Ordine dei dottori commercialisti di Milano. “Quello che vogliamo fare è gettare uno sguardo verso il futuro – ha spiegato Guido Beltrame, consigliere delegato dell’Ordine dei dottori commercialisti di Milano, che ha moderato l’incontro – Ci sono diverse situazioni economiche e normative che non tengono il passo con la rapida evoluzione delle tecnologie e dello sviluppo delle imprese: quindi sicuramente uno sguardo verso la digital economy, ma non solo. Vuole essere anche un sollecitare le istituzioni preposte a prendere provvedimenti e a dare chiarezza per aiutare gli imprenditori nel svolgere la loro attività nel modo più corretto e, possibilmente, in maniera semplice e competitiva anche a livello europeo. Non dobbiamo dimenticare che tutte queste normative poi si scontrano con normative di altri Paesi che hanno la capacità di essere indubbiamente più semplici e di immediata comprensione rispetto a quella italiana”.

Occasione del confronto è stata il convegno “Il fisco di oggi e di domani” organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano insieme a Codis, Agenzia delle Entrate e in collaborazione con le Università Bicocca, Bocconi, Cattolica, Statale di Milano e la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

Marcella Caradonna, presidente Odcec Milano. “Siamo molto soddisfatti di questa giornata, perché mettersi così in rete per riflettere su temi importanti come quello fiscale credo che sia la formula vincente per fare anche delle proposte costruttive – ha commentato Marcella Caradonna, presidente Odcec Milano – E’ anche importante che tutto l’evento sia stato seguito in diretta streaming anche da diversi ordini in modo che le riflessioni che abbiamo effettuato in questo incontro diventino patrimonio comune”.

I temi al centro dei confronti sono stati, tra gli altri, la residenza delle persone fisiche e giuridiche, le ultime novità sul trasfer pricing, l’evoluzione del concetto di esterovestizione. Speciale attenzione infine è stata rivolta alla situazione in Italia per quanto riguarda la tecnologia e la sua regolamentazione in ambito fiscale, come la web tax.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000