×

Libia, Lavrov: crisi va risolta coinvolgendo tutte le parti

Roma, 6 dic. (askanews) – Per il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov, a Roma per il Med 2019 la crisi in Libia deve essere risolta in maniera il più possibile inclusiva. Ecco cosa ha dichiarato durante la conferenza, dove ha fatto come sempre da mattatore:

“Per quanto riguarda la conferenza di Berlino, io ho già detto che bisogna considerare anche i risultati delle conferenze che si sono tenute a Parigi un anno fa, a Palermo, e ovviamente gli accordi che a febbraio di quest’anno sono stati raggiunti da Sarraj e Haftar. Come sapete, gli accordi prevedono un nuovo consiglio presidenziale, un nuovo governo di unità, accordi sui proventi del petrolio e la creazione di una nuova costituzione. Senza comprendere che queste sono le questioni chiave, è molto difficile pensare che si possa raccogliersi da qualche parte, a Berlino o a Palermo, e discutere di qualsiasi cosa, pensando che la crisi si risolva da sola.

Alla Conferenza di Berlino abbiamo partecipato, ci ha meravigliati che non sia stata invitata la parte libica e i paesi vicini. Mi auguro che in futuro verranno compiuti dei passi per fare in modo che il numero dei partecipanti sia realmente inclusivo, in particolare, con i Paesi dell’Unione africana. Fino al momento in cui la Nato non ha iniziato la sua ‘aggressione’, l’Unione africana ha tentato di regolare attraverso il dialogo la crisi libica, tra Gheddafi e l’opposizione. Ma evidentemente ha prevalso un altro punto di vista ed è stato inaugurato un corso differente per far saltare il regime.

E’ chiaro che il cessate-il-fuoco sia importante. Chi non è d’accordo?”

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000