×

Sanremo, Amadeus: voglio un Festival che stupisca

Sanremo, 14 gen. (askanews) – “Voglio un Sanremo che stupisca e che abbia un occhio al passato ma soprattutto che guardi al presente e al futuro”. Lo ha affermato Amadeus, conduttore e direttore artistico della 70° edizione del Festival, durante la conferenza stampa di presentazione della kermesse canora. Amadeus vuole che sia un evento corale e spiega: “Questo Sanremo non è mio, è nostro”. Sarà affiancato sera dopo sera da 10 co-conduttrici che si alterneranno sul palco, da Diletta Leotta ad Antonella Clerici e anche Rula Jebreal la cui presenza ha scatenato tante polemiche che Amadeus ha voluto chiudere dichiarando che si tratta di una giornalista preparata e che la politica c’entra niente. Poi sono arrivate le prime conferme sui super ospiti: Fiorello, Roberto Benigni e Tiziano Ferro.

“Avere Roberto Benigni in una sera di Sanremo. Ci sono artisti a cui io non chiedo mai cosa faranno perché sono sicuro che quello che faranno sarà indimenticabile. Così come l’imprevedibilità di Fiorello, non mi vuol dire cosa farà, ma io amo l’improvvisazione, ma lo stesso Tiziano è così”.

Confermata la presenza di Monica Bellucci, di Johnny Dorelli, Mika e tanti altri, mentre Al Bano e Romina potrebbero cantare un inedito scritto da Malgioglio.

“Ho ascoltato 842 giovani con la commissione e più di 200 canzoni per poterne scegliere 24. Non ci ho dormito la notte. Sono orgoglioso dei 24 che porterò all’Ariston” ha poi concluso Amadeus.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.